Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Riceviamo e pubblichiamo una nota da parte dei consiglieri comunali d’opposizione (Noi ci Crediamo), che a modo loro augurano buona Pasqua al sindaco Iurato e alla sua Amministrazione. Il comunicato stampa integrale:

“Riflessioni da settimana santa: Giuda da XXI secoli continua ad arruolare proseliti ovunque, anche nei consigli comunali”: queste le riflessioni da settimana Santa del sindaco di Santa Croce Camerina. Per l’ennesima volta si assiste ad un piagnisteo in cui, quando qualcosa non Le va bene, i primi colpevoli sono gli altri. Ebbene sì, perché ormai in questi ultimi mesi, se la nostra amministrazione comunale non riesce a fare qualcosa, non è colpa Sua… la colpa è sempre degli altri: una volta di chi vota a favore dell’opposizione, una volta del mancato buon senso dei consiglieri di minoranza, adesso addirittura dei proseliti di Giuda! Il signor sindaco, visto che si paragona all’Onnipotente, pensa che Giuda La tradisca ma ancor di più ritiene di aver sempre ragione e di operare sempre perfettamente! Ritiene di poter snobbare Consiglio dopo Consiglio eventuali suggerimenti politici o tecnici esternati dai consiglieri di opposizione. Sembra quasi di rivedere la descrizione di “Re Sole”, chissà se arriverà anche in questo caso l’incoronazione da parte del Papa!!!

Il problema fondamentale è che il Sindaco si ostina a non voler capire che, per risolvere il problema, deve togliere i paraocchi e cambiare completamente prospettiva. La soluzione al Suo problema non è da ricercare negli errori degli altri, ma nei propri errori. Comprendiamo bene che questo sia difficile da ammettere, ma a volte è più corretto constatare di aver sbagliato piuttosto che continuare testardamente a percorrere una strada che non presenta più vie d’uscita corrette. Questa amministrazione non ha più possibilità di contare sull’appoggio di una maggioranza consiliare, questa amministrazione non gode più dell’approvazione di maggior parte del partito politico che ha voluto che ricoprisse quel ruolo, questa amministrazione continua a portare avanti progetti dispendiosi e senza criterio avvalendosi di incarichi esterni a go go, estromettendo, e di fatto, mortificando le professionalità interne al Comune, in un momento in cui gli abitanti di Santa Croce Camerina sono esausti dal carico fiscale e dai cattivi risultati che ha dato loro l’agricoltura.

Come si può dare priorità ad una piazza, o ad un belvedere se poi non funziona la fognatura e le strade urbane fanno letteralmente pena??? Come si può moltiplicare di dieci volta la spesa per incarichi legali senza giustificato motivo??? Questa corsa spasmodica a voler lasciare a tutti i costi una traccia visibile del proprio operato, collezionando nastri e inaugurazioni senza pensare a tutto il resto, è fatto a vantaggio della collettività?? E che dire del marchio di Montalbano che doveva dare lustro alla fonte principale di sostentamento del nostro Comune? Tanti soldi spesi per chi o cosa? Cosa dice l’assessore all’agricoltura che durante un consiglio comunale ha addirittura detto che il marchio di Montalbano avrebbe cambiato le regole dell’economia mondiale?

Attendiamo risposte…attendiamo riflessioni. Attendiamo che il Sindaco, magari nel bel mezzo di un esame di coscienza pasquale, faccia un passo indietro, faccia un mea culpa e comprenda le proprie manchevolezze; attendiamo che i consiglieri di maggioranza anziché continuare con il loro servilismo accondiscendente abbiano uno scatto di orgoglio e dicano ciò che pensano e facciano ciò che ritengono più giusto, invece di farsi zittire e placare continuamente dalla propria maestrina…attendiamo! Noi attendiamo, tutto il Paese attende…CHE QUESTO INCUBO FINISCA PRESTO! BUONA PASQUA”.

I consiglieri di Noi ci Crediamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Frasca: “Tre beni confiscati alla mafia nel patrimonio immobiliare del Comune”

Il Comune di Santa Croce Camerina ha dichiarato la propria disponibilità all’acquisizione …