Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Ieri sera, i Carabinieri della Stazione di Ispica hanno tratto in arresto Ignazio Mansueto, sciclitano, classe ’89, già noto alle forze di polizia, poiché responsabile dei reati di violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, nonché per porto di armi od oggetti atti ad offendere. Predetto, poco prima, aveva avuto una discussione per futili motivi con un proprio parente, dunque, erano intervenuti i Carabinieri per ristabilire la calma. Tuttavia, il Mansueto, alla vista dei militari dell’Arma continuava ad agitarsi rivolgendo loro frasi ingiuriose e minacciose. Successivamente, mentre continuava ad inveire, lanciava una bottiglia di vetro all’indirizzo dei Carabinieri e, impugnando un bastone di legno, minacciava di colpirli.

A questo punto, intervenivano sul posto altri militari dell’Arma e, non con poche difficoltà, riuscivano a togliere il bastone di legno dalle mani del giovane che, tuttavia, si scagliava contro i Carabinieri colpendoli con calci e pugni e cagionando a due di loro lievi lesioni. Dunque, immediatamente veniva bloccato e, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un coltello da cucina di 20 centimetri, nascosto nella manica sinistra del giubbotto che veniva sequestrato dai Carabinieri. A questo punto, i militari dell’Arma hanno condotto il soggetto in caserma ove lo hanno dichiarato in stato di arresto e, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso la Procura di Ragusa, dott. Andrea Sodani, lo hanno poi sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa – Si conclude “Operazione Strascico” con altri 4 arresti: c’è anche un ex calciatore

La Squadra Mobile di Ragusa, nell’ambito dell'”Operazione Strascico”, il…