Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Come ogni Primo Maggio, a Santa Croce, in occasione della festa dei lavoratori e del loro protettore San Giuseppe Artigiano, alcune famiglie e associazioni preparano le tradizionali tavole in onore del Santo. Quelle imbandite in questo periodo dell’anno sono chiamate “Le Cene d’Estate”. Sebbene oggi le tradizioni vadano a perdersi, in antichità si usava che in occasione della Cena del Primo Maggio, a differenza di quelle più popolari del mese di marzo, venivano preparati oltre al pane e ai dolci classici, cibi in carne, non essendo il tempo sacro di Quaresima, che invece cade sempre in occasione della festa patronale. Quest’anno vi saranno quattro “Cene” in città ed una nella frazione di Punta Braccetto, ecco l’elenco:

1) Saloncino Chiesa Madre – Azione Cattolica parrocchiale

2) V.le Repubblica, 94 – Fam. Iozzia Salvatore – Distefano Antonella

3) V.le Repubblica, 119 – (Oratorio Mons. V. Diquattro) Circolo del Burraco

4) Via Oberdan, 82 – Fam. Blundo – Dimartino

5) Via Pernice, 107 (P. Braccetto) – Fam. Venturelli – Tribastone .

Le tavole verrano aperte al pubblico già dalla mattina di sabato 30; l’uscita tradizionale della Sacra Famiglia avverrà dal mezzogiorno in poi di domenica 1 maggio, dopo la Santa Messa, con i riti tradizionali a seguire. Sempre domenica, il corpo bandistico “Risveglio Kamarinense” diretto dal Maestro Giuseppe Zisa eseguirà, oltre alla marcia di San Giuseppe, quella dedicata ai Lavoratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Capatina a P.Secca per le Fiat 500 in occasione del Raduno del Barocco Ibleo

Centoventi Fiat 500 hanno fatto da cornice alla settima edizione del Raduno del Barocco Ib…