Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Gli assembramenti di stranieri fino a tarda sera preoccupano i residenti di via Solferino. Siamo all’angolo di via Fleming, non molto distante dal Passamano. Alcuni abitanti della zona, che preferiscono rimanere anonimi, sollevano il problema alla nostra redazione: “Ci sentiamo accerchiati, la situazione è quasi invivibile. Attorno al supermercato di via Solferino, fin dal pomeriggio, si raduna un’enorme quantità di stranieri. Hanno spesso le bottiglie di birra in mano, consumano alcol, si ubriacano e qualche volta litigano. Quando scende la sera è quasi impossibile circolare. Una volta due di loro stavano per forzare la finestra di un appartamento, ma sono stati notati da una signora e hanno desistito. Era un bel quartiere, adesso non lo è più”. Molti extracomunitari sostano di fronte al supermercato per ore intere, siedono sui marciapiedi; ogni sera se ne contano più di una ventina e la birra scola a fiumi. E le bottiglie? “Ovviamente rimangono lì – ci spiegano i residenti – L’area non è attrezzata con dei cassonetti, così nessuno pensa di rimuoverle. Abbiamo notato che l’orario di apertura del supermercato si prolunga ben oltre la norma. Perché? Non sarebbe meglio porre un freno alla vendita di alcolici? I bambini non possono più uscire in strada a giocare. In estate, poi, soprattutto le persone più anziane mantenevano la vecchia abitudine di sedersi un po’ all’aria aperta. Ma quest’anno, forse, non sarà più possibile”. Infine un invito alle istituzioni: “Forse qualche controllo in più sarebbe auspicabile. Non vogliamo sentirci soli. E non è una questione di razzismo, ma di civiltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Hashish nelle tasche del giubbotto: fermato 20enne tunisino a Santa Croce

Controllo ad ampio raggio dei Carabinieri nel territorio di Santa Croce Camerina: nella se…