Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop
Fra gli appuntamenti di carattere religioso e storico più attrattivi del territorio ibleo c’è sicuramente la Festività in onore alla Madonna SS. delle Milizie, scritta nel registro delle Eredità immateriali tutelate dell’Unesco. L’effige della “Vergine sopra il cavallo”, venerata nella città di Scicli presso la Chiesa Madre, verrà infatti portata in processione per le vie della città barocca, sabato 28 maggio, (come sempre l’ultimo sabato di maggio), e abbraccerà il popolo Sciclitano che commemorerà con la sacra rappresentazione della battaglia d’armi del 1091, l’apparizione della Vergine SS. sopra un cavallo dove la Madonna, intervenne, in favore dei cristiani nella lotta contro gli infedeli saraceni nei pressi di Donnalucata, sconfiggendo i Turchi invasori guidati dall’emiro Belcane, che volevano impadronirsi del territorio, accorpandolo al proprio impero e dunque sottraendolo ai cattolici Normanni che ne erano i legittimi governanti. La rappresentazione è chiamata “Moresca “, essa, richiama spesso attori di fama nazionale e internazionale oltre che il plauso dei turisti e dei cittadini stessi; alle 19:00 di sabato 28, verranno sparati i fuochi pirotecnici e verrà rappresentata la “discesa del simulacro “, che è il momento cruciale di tutta la settimana della festa. La Commissione Straordinaria, in collaborazione con l’associazione “Patriarca e Folklore”, si è impegnata a riportare in piazza Italia, nel sito originario, particolarmente caro alla comunità, la festa degli sciclitani. Alcune scuole e associazioni della città arricchiranno la festa con la loro partecipazione agli eventi collaterali.
index
Nella settimana della festa si potranno assaggiare le famose “Teste di turco ”  dolci classici della tradizione culinaria Sciclitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa – L’Asp 7 assume 46 infermieri. Sbloccati i concorsi per 7 nuovi primari

Il Commissario dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, dr. Salvatore Lucio Ficarra, lo aveva già…