Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Alla luce degli attacchi reciproci che la politica tutti i giorni offre all’opinione pubblica santacrocese, abbiamo intervistato in esclusiva il sindaco Franca Iurato.

D: La sua amministrazione un giorno sì e l’altro pure, viene accusata di inerzia, le opposizioni si lamentano e contestano i metodi di spesa che la sua amministrazione porta avanti.

R:  Le opposizioni fanno il loro lavoro, magari con qualche eccesso, però, prima di giudicare bisognerebbe conoscere i meccanismi amministrativi. Purtroppo i consiglieri attuali di opposizione non sembrano molto ferrati in questo campo, non è colpa loro, ma della deriva che ha preso la politica in generale. Non ci sono più i partiti di una volta che servivano da fucina e da scuola politico-amministrativa.

D: Quella che era la sua maggioranza non esiste più, siete diventati minoranza. Ccome spiega questa diaspora di persone elette nella sua lista e passate all’opposizione?

R: Questo non dovrebbe chiederlo a me, ma piuttosto agli interessati, comunque non mi sottraggo alla domanda e cercherò di spiegare il mio punto di vista. Secondo me la coerenza dovrebbe essere un valore e non un optional, quelli che sono stati eletti, quindi votati, nella mia lista, lo sono stati in forza di una condivisione di programma. Se poi, strada facendo, questo programma non è stato da loro apprezzato o svolto, allora anziché fare il salto della quaglia, si sarebbero dovuti dimettere, cosi come ha fatto correttamente il consigliere Puglisi. Invece no, loro hanno tradito il mandato ricevuto dai loro lettori e a loro dovranno delle spiegazioni.

D: Praticamente l’azione amministrativa in questo momento è bloccata, per la non adesione al CUC (Centrale Unica Committenza). Non le sembra che prendendo atto dei numeri in Consiglio Comunale, Lei avrebbe dovuto porre in essere qualsiasi azione nella ricerca del consenso delle opposizioni?

R: Ho cercato di coinvolgerli, ma loro sono risultati sordi a qualsiasi richiamo al  senso di responsabilità, quando c’è in ballo il prestigio e le attività primarie di una città, si rema tutti da una parte, invece abbiamo assistito ad un gioco al massacro. Addirittura alcuni consiglieri con atteggiamento da sciacalli si sono beati quando le Iene hanno messo alla berlina la nostra città, con la vicenda dell’ex Caserma della Guardia di Finanza di Punta Secca, per finire con la terrazza della casa di “Montalbano”, dove l’amministrazione comunale non c’entrava nulla. Eppure nessuno ha inteso difendere la città da una cattiva immagine che stava invadendo le case degli italiani. Queste situazioni mi hanno  amareggiato enormemente e, non hanno giustificazione alcuna: il paese è di tutti. La questione è politica a prescindere dal merito. Quindi, l’opposizione politica a prescindere prevale sul bene comune che viene millantato ma non praticato. Vorrei approfittare di questa intervista per comunicare alla cittadinanza che da circa tre anni continuiamo a rifornire  la biblioteca comunale di tantissimi nuovi testi che sono a disposizione di tutti, ragazzi, adulti, donne e uomini. In questi primi mesi dell’anno si è registrata una attività di crescita esponenziale  di nuovi fruitori del servizio di biblioteca. Una lacuna che non sono riuscita a colmare è quella di  non essere dotata di un ufficio stampa adeguato alle moderne esigenze di comunicazione, che mi avrebbe consentito di diffondere pubblicamente tutte le attività amministrative, ma purtroppo sarebbe stato difficile giustificare l’esborso per un giornalista quando il Comune sta  attraversando una crisi economica mai conosciuta prima d’ora.”

D: Dopo questa esperienza amministrativa si riproporrà per una nuova legislatura?

R: A questa domanda al momento non posso rispondere. Francamente non ci ho ancora pensato e, poi, dipende da tanti fattori che ad oggi non sono preventivabili. Certamente questa prima esperienza mi ha proiettato in un mondo che sconoscevo, ma assai gratificante nonostante tutto, ho l’orgoglio di aver portato al Palazzo del “Cigno” una donna dopo tantissimi anni, rompendo una tradizione maschilista che durava da troppo tempo”.

8 Commenti

  1. Sara

    12 maggio 2016 a 10:40

    PAROLE….PAROLE…..PAROLE……
    Ora la minoranza non capisce ed è inesperiente, lei invece ha tanta esperienza e si vede !!!!!!!!!!!!!
    Comunque farebbe bene a non ricandidarsi, farebbe solo cattiva figura, ormai di questa amministrazione ne abbiamo le scatole piene. TUTTI VIA……………………………………..BASTA SIAMO STUFI.

    Rispondi

  2. OSSERVATRICE

    12 maggio 2016 a 13:51

    Della sua competenza ne abbiamo avuto prova per 4 anni dove non è riuscita a portare a Santa Croce neanche un euro di finanziamento, facendo ordinaria amministrazione ( e pure male ) coi nostri soldi e le poche opere fatte o facendoci indebitare o ereditando i finanziamenti della passata Amministrazione ( ripascimento casuzze manco ultimata come la palestra tensostatica e la videosorveglianza forse solo ora collaudate ) . E pensare che io stessa l’ho sostenuta pensando che una donna potesse avere una sensibilità politica superiore, ma la differenza di sesso in questo caso non è stata vincente. A un anno dalle elezioni non sapere se ricandidarsi o no è segnale di ipocrisia o debolezza. Se si è consapevole d’ aver amministrato bene, HA IL DOVERE DI RICANDIDARSI ( forse non lo farà perché su di lei e chi la sostiene grava una sonora sconfitta ) !
    Una sua ex elettrice delusa.

    Rispondi

  3. Pino

    12 maggio 2016 a 14:50

    Mai come oggi questo comune ha avuto peggior amministrazione,e’ proprio il caso di dirlo: STAVAMO MEGLIO QUANDO STAVAMO PEGGIO.
    Poi, c’e’ poco da vantarsi nel dire di aver eletto dopo tanti anni una donna sindaco,visti i risultati, a volte e’ meglio tacere.
    Poi per quanto riguarda i meccanismi amministrativi ,alla luce delle cose accadute, forse farebbe meglio a prendere qualche ripetizione dagli stessi consiglieri di opposizone.
    Ancora un piccolo appunto,sappiamo benissimo che ha qualche problema nel camminare, ma le farebbe bene farsi un giro del paese (QUELLO CHE NOI VOGLIAMO) e forse si potrebbe rendere conto delle condizioni in cui questa Amministrazione e con lei in testa ha ridotto questo paese!! e non solo, anche le borgate, altro che ricandidarsi, io al suo posto emigrerei …

    Rispondi

  4. Cittadina delusa

    13 maggio 2016 a 10:27

    Sono daccordissimo con tutti voi. Se vantarsi di aver portato nel nostro paese un sindaco donna porta questi risultati, meglio molto meglio cento sindaci maschi. Il nostro era un paese meraviglioso, pulito, ben tenuto, io non ricordo di averlo mai visto così sporco e abbandonato.
    Sono passati tanti sindaci, ma questo è il peggiore.
    Basti guardare le borgate a mare, le strade piene di buche, l’erba sotto i marciapiedi, la spazzatura ovunque, i soldi sprecati in avvocati e consulenze…… si potrebbero citare tante e tante altre cose ancora.
    Ma il sindaco da la colpa all’opposizione o a chi si è rotta le scatole e mandata a quel paese. Ho è troppo presuntuosa oppure non vede bene.
    Speriamo solo che non si candidi, farebbe solo pessima figura.
    Anche io le ho dato il voto, cosa di cui mi pento tantissimo, e come me, sono sicura che lo pensano tantissimi cittadini.

    Rispondi

  5. Antonio Firullo

    13 maggio 2016 a 18:26

    Noooo Sindaca Franca La prego non mi dia questo dispiacere Lei si deve ricandidare altrimenti si rischia il belvedere, io sarei allo sbando senza la Sua preziosa guida giornaliera su fb e le iene non saprebbero più dove andare 😂😂😂

    Rispondi

    • Mario

      19 maggio 2016 a 10:10

      No, infatti, se tu sarai allo sbando perderemo la tua preziosissima guida giornaliera. Siamo in tantissimi a ridere di te!!! Per fortuna le tue perle spaziano su tutti i campi…

      Rispondi

  6. Giovannella

    15 maggio 2016 a 12:13

    Sinceramente avrei evitato di dire “una sindaca donna” , visto il totale degrado che ha portato la sua penosa amministrazione!!

    Rispondi

  7. Marcello

    17 maggio 2016 a 01:12

    Sindaco penso che lei abbia perso tantissima stima da parte di molte persone, non c’è nessuno che parli bene di lei e del suo operato, in fondo sanno tutti chi c’è dietro lei che manovra, i suoi ex lo confermano penso che qualsiasi persona avrebbe perso solo dignità facendo il gioco di chi tira i fili mettendo la sua faccia davanti e loro guardandosi gli spettacolini da dietro le quinte, mi rincresce da lei come abbia potuto scendere a questi compromessi, ma per cosa per amore del paese? Ma finiamola siete una famiglia fantastica e molto stimata e che con la sua testardaggine ha fatto si che la gente abbia fatto non un passo indietro ma 10 sulla sua credibilità, ma cosa le giova a fare il gioco di alcuni, si svegli li mandi a quel paese e forse qualcuno dirà che ha avuto gli attributi giusti per mandare a quel paese chi sbeffeggia di lei, cara Sig.ra Franca non Sindaco mi creda di cuore molli tutto si son presi gioco di lei per le loro magagne,si informi con qualche amico e vedrà che tutti le diranno le stesse cose , 6 mesi più o 6 mesi meno non cambia nulla a ” Fiura i papuni ” come si dice è stata fatta, peccato i nostri voti.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, l’Atletico scalda i motori: il nuovo capitano è Occhipinti FOTO/INTERVISTE

Tanti volti nuovi nella dirigenza e nell’organico, una serata a cena per fissare gli obiet…