Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Chi ha paura non è libero – la nostra guerra contro il terrore” questo il titolo del libro scritto dal Ministro degli Interni Angelino Alfano; sabato a Modica lo ha presentato presso il Teatro Garibaldi. Nell’occasione, parlando con i giornalisti, ha voluto sottolineare il buon operato della Polizia nel nostro territorio, in particolare l’attività svolta per il contrasto alla criminalità e alla mafia. “Abbiamo grande attenzione per la mafia da parte del governo, sia a Vittoria, territorio nuovamente teatro di una recrudescenza criminale mafiosa, che e a Scicli, comune sciolto per mafia – ha affermato Alfano -. Tante volte, non solo qui ma in altre parti della Sicilia, la mafia ha provato a rialzare la testa tentando di ristrutturarsi e riorganizzarsi dopo la cattura dei grandi latitanti e dopo quel “41 bis ” inflitto a tutti i loro capi”.

Poi tornando sulla città di Scicli, il ministro si è augurato che il commissariamento “sia un periodo in cui tutto quanto venga bonificato, anche in termine di rischi successivi, perché si possa presto tornare alla democrazia e al voto ma quando saremo certi di evitare e prevenire ogni forma di infiltrazione” conclude il ministro. Presenti al convegno il procuratore della Repubblica di Ragusa, dr. Carmelo Petralia, il Vescovo della diocesi di Noto Mons. Antonio Staglianó e il deputato On. Nino Minardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio – Lucenti dopo la vittoria di Carlentini: “Non esaltiamoci troppo”

La vittoria più inaspettata del Santa Croce è arrivata domenica scorsa sul campo del forte…