biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Depositata la perizia: la Panarello era in grado di intendere e di volere

0 151

Il processo a Veronica Panarello, accusata dell’omicidio del piccolo Loris, ha ricevuto un contributo decisivo nella giornata di lunedì, quando il verbale della perizia psichiatrica effettuata sulla donna è stato depositato presso l’ufficio del gup di Ragusa, Andrea Reale. Come anticipato dal quotidiano ‘La Sicilia’, i due periti incaricati (Eugenio Aguglia, ordinario di Psichiatria a Catania, e Roberto Catanesi, ordinario di Psicopatologia a Bari) non hanno riscontrato un quadro psicotico tale da giustificare una incapacità di intendere e di volere. Né totale, che avrebbe comportato il proscioglimento dell’imputata, né parziale, che avrebbe sancito una riduzione dell’eventuale pena a 16 anni di carcere. Pare che l’accusa sia orientata a chiedere 30 anni di reclusione. Nelle loro conclusioni, i due periti parlano di “personalità non armonica”. Veronica Panarello, alla luce di queste novità, si presenterà all’udienza del 20 giugno da persona “normale”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.