Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il sindaco di Santa Croce Camerina, Franca Iurato, ha assicurato che da sabato (oggi, ndr) i bagni di Punta Secca – che si trovano in prossimità dello slargo per Torre di Mezzo – torneranno parzialmente fruibili. “Vandalizzati per ben tre volte nei mesi scorsi, grazie al tempestivo intervento dell’Ufficio Tecnico e al lavoro degli operai, riusciremo a rimetterne in funzione, da subito, due su tre – spiega a Santa Croce Web -. Due porte erano state fortemente danneggiate, ma sono state recuperate. La terza, invece, non esiste affatto ed è quella dei disabili. Inoltre sono stati sostituiti anche i vasi. La mia priorità era dare ai disabili la possibilità di usufruire del servizio, purtroppo dovranno aspettare ancora una settimana. Ma metteremo tutto a posto. Mi rincresce che i danni a queste strutture siano stati causati dai nostri baldi giovani. E francamente mi dispiace non far pagare le famiglie dei responsabili. Manca la cultura del rispetto verso il bene pubblico”.

La stagione a Punta Secca entra nel vivo, ma i problemi alla casse del Comune e l’assenza di un bilancio complica le cose. Il capitolo bagni pubblici – secondo l’opposizione e i ristoratori ne esistono pochi – resta al centro del dibattito: “Quella dei bagni – ammette il sindaco – è un’emergenza, ma non si possono inventare nuovi bagni dall’oggi al domani. L’amministrazione su questo aspetto è sempre stata sensibile. Il mio primo atto da sindaco, nel 2012, è stato predisporre l’allaccio idrico e della rete fognaria per quelli già presenti. Non è stato possibile spostarli in un posto più strategico perché attaccati a una piattaforma in cemento. Ma lì anche i turisti che arrivano con gli autobus potranno usufruirne”. “Il nostro – prosegue il sindaco – è un bilancio di guerra. Quest’anno riusciremo a chiuderlo grazie ai tagli del 50% alle indennità del sottoscritto e degli assessori. Solo con quei soldi riusciremo a garantire la cosa che abbiamo più a cuore: ossia l’assistenza domiciliare agli anziani. Bagnini e docce? Sono predisposte, ma si dovrebbe sacrificare altro… E in ogni caso vediamo cosa succede per l’approvazione del bilancio. Io voglio garantire almeno l’indispensabile ed evitare il dissesto come avvenuto in altri comuni della provincia. Ringrazio i dirigenti per la loro opera certosina e attenta. Il nostro è un comune virtuoso, per questo resistiamo in un periodo come questo, in cui i finanziamenti sono stati azzerati e alcuni servizi fondamentali non vengono più considerati tali”.

Sul capitolo belvedere interviene l’assessore ai lavori pubblici Dino Aprile: “A breve sarà pubblicato il bando, a settembre partono i lavori. Questo conferma l’attenzione di questa amministrazione verso Punta Secca. Vogliamo accompagnare il boom turistico con interventi mirati di riqualificazione, senza stravolgere i luoghi”.

2 Commenti

  1. welly

    12 giugno 2016 a 00:49

    si ha tutto il tempo di p……………..addosso prima di arrivare ai bagni, ma come si puo’ gioire di questa cosa , assurdo i bagni all’ingresso del paese cioe’ quasi un km dalla spiaggia , e chi ha problemi o gli scappa cosa fa?

    Rispondi

  2. luigi

    12 giugno 2016 a 00:52

    di cosa ti preoccupi well l’importante che i cani possono farla dove vogliono , per la gente si pensa agli amichetti soli,magari qualcuno li ospita a casa.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Frasca: “Tre beni confiscati alla mafia nel patrimonio immobiliare del Comune”

Il Comune di Santa Croce Camerina ha dichiarato la propria disponibilità all’acquisizione …