biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Spacciano alla luce del sole: stranieri di 28 e 34 anni arrestati in via Caucana

0 163

I militari della stazione carabinieri di Santa Croce Camerina hanno arrestato due spacciatori di hashish e segnalato al prefetto un tossicodipendente. I carabinieri camarinensi avevano avuto segnalazione dai residenti del centro, e in particolare di via Caucana, che il traffico di spacciatori e acquirenti di droga era ricominciato. È certo intollerabile già di per sé lo spaccio di droga ed è ancor più intollerabile se e quando esso avvenga alla luce del sole. I carabinieri sono quindi intervenuti subito, organizzando un servizio mirato con militari in civile e altri in uniforme. Hanno subito notato due soggetti con fare sospetto che avevano appena salutato uno allontanatosi in auto. Pensando che gli avesse dato droga, i militari si sono appostati in attesa che arrivasse un altro “pesce”. E non hanno dovuto aspettare molto. Infatti, poco dopo un giovane è arrivato, ha confabulato coi due dal finestrino, ha dato qualcosa, ha preso qualcos’altro e se ne è andato. I militari hanno segnalato il veicolo ai colleghi con l’auto in tinta d’istituto ma, sebbene abbiano provato a raggiungerlo, l’ignoto automobilista s’è dileguato per le strette vie del centro.

Poco male, i carabinieri non hanno dovuto aspettare molto. Dopo pochi minuti è arrivato un pedone, ha pagato, ha preso un pacchettino e se n’è andato. Girato l’angolo ha trovato i carabinieri che, perquisitolo, sono andati subito ad acchiappare gli altri due e tutti sono finiti in caserma. Dalla perquisizione infatti era venuto fuori un tocchetto di hashish di circa nove grammi che i due gli avevano venduto. L’acquirente è stato segnalato al prefetto di Ragusa per assunzione di stupefacenti, mentre i due spacciatori sono stati dichiarati in stato d’arresto. Essi sono un tunisino, Sabri Ben Salema, di 34 anni, e un palestinese, Fouad Sahli, di 28 anni. Entrambi nullafacenti e con specifici pregressi. Sottoposti a rilievi foto-dattiloscopici, sono stati , d’intesa con il pubblico ministero dott.ssa Valentina Botti, ristretti presso i rispettivi domicili in attesa di giudizio.

Il fenomeno droga purtroppo non accenna a calare. Anche con diversi arresti e retate il mercato sembra essere florido. E se l’offerta è alta, significa che c’è molta domanda. Purtroppo molte persone, giovani ma anche meno giovani, non hanno compreso quali siano gli effetti devastanti delle droghe sulla psiche umana, continuando a consumare grosse quantità di stupefacenti. Pertanto l’azione repressiva dei carabinieri continua senza sosta.

droga1

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.