Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“Tutti da piccoli abbiamo avuto dei sogni, non sempre però siamo stati fortunati nel raggiungere i nostri obiettivi e le nostre aspettative. Non chiedetemi il come, il perché. Ma a me è successo”. Il 55enne santacrocese Guglielmo Russino si è laureato campione italiano 2ª Categoria specialità di Carambola 3 sponde, al 43° Campionato Italiano Assoluto della Federazione italiana biliardo sportivo (26ª edizione FIBIS Sezione Carambola) svoltosi dal 14 al 19 giugno scorsi al Casinò Cafè di Battipaglia (SA). Dopo essere stato eliminato nei quarti di finale, nel 2011 a Cagliari, e aver ottenuto il 13° posto assoluto nella 1ª categoria a Milano nel 2015, Guglielmo ha trovato il suo momento di grazia, collezionando vittorie su vittorie (5 su 6) e qualificandosi per le finali. Il neo campione italiano, santacrocese doc, ha letteralmente dominato gli avversari, prima Stefano Ponti e successivamente il bravo Stefano Malacrita, conquistando il gradino più alto del podio.

Russino è stato accompagnato in questa trasferta dal figlio che lo ha sempre sostenuto e assistito. Il commento a caldo del neo campione: “Sono contento ed emozionato per questa vittoria al punto che ho pianto tantissimo. Ringrazio sia l’organizzazione e sia gli arbitri, che si sono sacrificati per noi giocatori. Dedico questa vittoria a mia moglie Sara e mio figlio Mirko che mi hanno da sempre assecondato e hanno condiviso con me questa grande passione, una dedica speciale e un grazie particolare anche ad un grande amico, Roberto Turlà, per avermi aiutato e coadiuvato sia mentalmente che fisicamente”. E parlando della giornata che gli è valsa il titolo racconta: “E’ stata una giornata particolare. Cercherò di trasmettere la mia esperienza e la mia grande voglia di lottare e vincere a tutti gli appassionati e i simpatizzanti di questo sport del “Circolo Cultura ed Arte” di Santa Croce Camerina, di cui mi onoro di essere presidente dal 2009. Grazie a tutti gli amici e i fan che mi hanno pensato in questi giorni. Spero che questo sport vada avanti perché è bellissimo e trasmette sensazioni indescrivibili!”.

La carambola a tre sponde è la più nota, diffusa e disputata delle specialità di carambola, nonché la specialità di carambola ormai più sensata. Si tratta di una specialità di gioco molto praticata nel nord Europa, ma conosciuta in tutto il mondo. In Italia in questa specialità Marco Zanetti, classe 1962, è stato campione del mondo di specialità nel 2002 e nel 2008 e quest’anno si è confermato ancora una volta imbattibile, conquistando nuovamente il titolo assoluto nell’Open. Zanetti prossimamente sarà ospite del neo campione Italiano Russino e del “Circolo Cultura ed Arte” a Santa Croce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, Promozione: Leone mattatore, il Santa Croce sbanca Enna (0-2)

Il Santa Croce si aggiudica l’ultima gara prima della pausa e brinda alla riconquista del …