Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il nuovo tecnico dell’UPD Santa Croce Gaetano Lucenti, che ha da poco preso il posto di Calogero La Vaccara, si concede per la prima intervista della stagione.

Mister dopo tanto girovagare ecco il tuo ritorno a Santa Croce?
“Era un desiderio che mi portavo dietro da tanti anni. Ritornare a Santa Croce è stata la cosa giusta per me, dopo aver passato esperienze negative che sono sfociate in altrettante retrocessioni. Santa Croce per me rappresenta un punto di partenza e qui voglio aprire un ciclo”.

L’Upd Santa Croce nonostante sia una piccola realtà ha grandi ambizioni, pensa di poterle soddisfare?
“Conosco bene i dirigenti di questa società, così come conosco la loro serietà nel rispettare gli impegni e la loro grande ambizione a pretendere una grande squadra e un tecnico all’altezza della situazione. Io li ringrazio per avermi scelto alla guida della prima squadra, io non posso promettere nulla, ma posso garantire a tutti che non mi risparmierò nel lavoro, né con la squadra, al fine di poterci prendere le giuste soddisfazioni”.

Che squadra sarà il nuovo Santa Croce?
“Sarà una squadra giovane e dal forte spirito di sacrificio e di abnegazione. Voglio giocatori che non guardino solo l’aspetto economico, ma che sposino in toto il mio progetto per la prossima stagione. Abbiamo già tesserato uno dei più forti attaccanti del panorama calcistico regionale, Liborio Scudera, e puntiamo a prendere altri validi giocatori che si aggregheranno ai tanti riconfermati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, Promozione: il Santa Croce soffre ma la sfanga, 3-1 sul Priolo

Il Santa Croce vince la sua prima partita di questo inizio di campionato, liquidando con u…