Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Nessuna luce in fondo al tunnel. Anche lunedì il mare di Punta Secca ha rischiato di riservare brutte sorprese ai suoi avventori. Erano da poco passate le 17.30 quando un bambino, di circa 12 anni, è stato trascinato via dalle onde e della corrente nel mare di fronte alla casa di Montalbano. Anziché avvinarsi alla battigia, il ragazzino indietreggiava pericolosamente. Il padre, in spiaggia, è stato il primo a fiutare il pericolo. Così assieme ad altre due persone, fra cui un giovane del posto di 19 anni, si sono introdotti in acqua, riuscendo ad acciuffare il malcapitato e riportarlo in spiaggia grazie a una ciambella di salvataggio. “Siamo stati trascinati anche noi dalla corrente – ci spiega Giuseppe Alabiso, che ha preso parte alle operazioni – Non è stato semplice. Il bambino era quasi stato rispedito all’entrata del porticciolo. C’è un punto in cui le correnti si incrociano e il risucchio del mare rende impossibile qualsiasi tentativo di rientrare sulla battigia”. Il ragazzino, dopo aver rischiato e temuto il peggio, è stato tranquillizzato dai suoi soccorritori. Non si tratta, tuttavia, di un episodio isolato. Sempre nella giornata di oggi, a causa del forte vento e delle condizioni del mare, sei persone hanno faticato oltremodo per sfuggire alla morsa dell’acqua. In assenza di un servizio di salvataggio “ufficiale”, si raccomanda prudenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Trenta grammi di hashish suddivisi in stecche: arrestato 32enne a Santa Croce

Servizio a largo raggio di controllo del territorio da parte dei militari della Compagnia …