Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il gruppo ‘Noi ci crediamo’ ha presentato un’interrogazione al sindaco in vista del prossimo Consiglio comunale, fissato per il 9 agosto. Al centro del dibattito ci sarà la chiusura (o mancata apertura, dipende dai punti di vista) della Farmacia di Casuzze. Ecco il testo completo dell’interrogazione, che porta la firma di Luca Agnello, Gaetano Pernice, Santina Caccamo, Enzo Brancato e Carmelo Portelli

“Considerato che sui siti ufficiali risulta esistente un Presidio Farmaceutico di Emergenza nel nostro territorio e più precisamente presso la borgata di Casuzze da circa 20 anni; preso atto che, da verifiche effettuate, tale P.F.E. risulta in questi mesi sempre chiuso; tenuto conto che la presenza di questo P.F.E. è stato attivato per dare alla popolazione residente e vacanziera un servizio importante e basilare;

I sottoscritti Consiglieri comunali chiedono:

Perché ad oggi questo Presidio risulta chiuso e ufficialmente da quando e se è stata regolamentata tale chiusura da apposita legge e/o decreto regionale; quali iniziative ha attivato per garantire ai cittadini la prosecuzione di un servizio così importante per la salvaguardia della salute pubblica”.

LA REPLICA DEL DOTTOR MAURIZIO CARNAZZO
“Avendo appreso solo ora in queste pagine dell’interrogazione dei Consiglieri Luca Agnello, Gaetano Pernice, Santina Caccamo, Enzo Brancato e Carmelo Portelli, mi corre l’obbligo intervenire in quanto, tra le righe, appare evidente un sottinteso coinvolgimento del sottoscritto. E’ infatti chiaro che nel caso di “chiusura non autorizzata” il sottoscritto avrebbe messo in atto una “interruzione di pubblico servizio”, cosa che getta una velata ombra di comportamenti illegittimi perseguibili PENALMENTE. Evidentemente i Consiglieri di cui sopra sono stati mal informati o, peggio, strumentalmente informati! Basterebbe, infatti, una lettura anche superficiale dei Decreti Assessoriali, pubblicamente presenti nel sito della GURS, per rendersi conto della cantonata appena presa! E’ mia premura pertanto informarli che i Decreti Stagionali decadono “automaticamente” allo scadere degli stessi senza, pertanto, necessità di Decreti di chiusura o “leggi” (come impropriamente scritto e come, evidentemente, suggerito). Sarebbe doveroso inoltre informare chi legge e la Cittadinanza tutta, che rappresentano, in quali “siti ufficiali” apparirebbe la presenza attuale del PFE. Detto ciò DIFFIDO da questo preciso momento in poi chiunque, e sottolineo chiunque, solo per inseguire propri progetti elettorali, dia adito a bisbiglii e strumentalizzazioni che possano gettare la seppur minima ombra sulla integrità morale e professionale del sottoscritto”.

IL TESTO COMPLETO DELL’INTERROGAZIONE

interrogazione guardia medica

 

Un Commento

  1. Dott. Maurizio Carnazzo

    3 agosto 2016 a 15:56

    Avendo appreso solo ora in queste pagine dell’interrogazione dei Consiglieri Luca Agnello, Gaetano Pernice, Santina Caccamo, Enzo Brancato e Carmelo Portelli, mi corre l’obbligo intervenire in quanto, tra le righe, appare evidente un sottinteso coinvolgimento del sottoscritto. E’ infatti chiaro che nel caso di “chiusura non autorizzata” il sottoscritto avrebbe messo in atto una “interruzione di pubblico servizio”, cosa che getta una velata ombra di comportamenti illegittimi perseguibili PENALMENTE. Evidentemente i Consiglieri di cui sopra sono stati mal informati o, peggio, strumentalmente informati! Basterebbe, infatti, una lettura anche superficiale dei Decreti Assessoriali, pubblicamente presenti nel sito della GURS, per rendersi conto della cantonata appena presa! E’ mia premura pertanto informarli che i Decreti Stagionali decadono “automaticamente” allo scadere degli stessi senza, pertanto, necessità di Decreti di chiusura o “leggi” (come impropriamente scritto e come, evidentemente, suggerito). Sarebbe doveroso inoltre informare chi legge e la Cittadinanza tutta, che rappresentano, in quali “siti ufficiali” apparirebbe la presenza attuale del PFE. Detto ciò DIFFIDO da questo preciso momento in poi chiunque, e sottolineo chiunque, solo per inseguire propri progetti elettorali, dia adito a bisbiglii e strumentalizzazioni che possano gettare la seppur minima ombra sulla integrità morale e professionale del sottoscritto.
    Certo della pubblicazione di questa mia, porgo distinti saluti
    Dott. M. CARNAZZO

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Cartellone sparisce per la festa, poi riappare:”Perché blackout democratico?”

Ventiquattr’ore per vedere due cartelloni sparire e riapparire in piazza. Quello del grupp…