Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il Comune di Ragusa ed il Comune di Santa Croce Camerina attiveranno azioni congiunte di Protezione Civile mirate a migliorare il controllo delle aree a rischio e la gestione degli eventi nei territori a confine tra i due comuni e lungo la costa. E’ quanto deliberato oggi dalle giunte municipali di entrambi i Comuni che hanno approvato il relativo protocollo d’intesa, della durata di un anno, che avrà immediata operatività. I due comuni si daranno supporto reciproco per il salvataggio a mare nei tratti di costa appartenenti ad entrambi i territori, per il rischio idrogeologico ed incendi, per gli eventi causati da condizioni meteo avverse. Nel dettaglio, il servizio di Protezione Civile comunale di Ragusa, attraverso la base operativa denominata “Presidio Marina”, supporterà il Comune di Santa Croce Camerina con i propri mezzi nautici nell’intero tratto di costa di pertinenza dei due comuni, mentre il servizio di Protezione Civile del Comune di Santa Croce Camerina supporterà il Comune di Ragusa nelle zone lungo il confine ovest, sia in prossimità della località di Punta Braccetto che nella parte dell’entroterra. I due enti potranno avvalersi anche di associazioni di volontariato di Protezione Civile.

“La collaborazione con il Comune di Santa Croce Camerina per azioni di tutela e prevenzione della pubblica incolumità è stata sistematicamente attiva – afferma il sindaco Federico Piccitto – ma abbiamo sentito il bisogno, e per questa disponibilità ringrazio il sindaco Francesca Iurato, di definire meglio l’attività di collaborazione con la formalizzazione del protocollo d’intesa”.  Anche il sindaco Francesca Iurato esprime la sua soddisfazione : “Siamo davvero compiaciuti per questo accordo sottoscritto con il Comune di Ragusa che ci consente di offrire un servizio importante alla nostra comunità come quello del salvataggio a mare. Auspico che questa buona pratica di collaborazione possa essere proficua anche in futuro per altri servizi a vantaggio dei cittadini di entrambi i comuni, considerato che il nostro territorio confina per tre lati con Ragusa e con il mare Mediterraneo”.
Si ricorda che il numero verde istituito per il soccorso a mare è 800896997, quello della Guardia Costiera è il 1530.

2 Commenti

  1. Alberto genovese

    11 agosto 2016 a 23:23

    Egregia sindaca se vi scappa il morto vedrai che pubblicità!

    Rispondi

  2. Federico

    12 agosto 2016 a 11:58

    Se ho capito bene, il servizio è nautico via mare, non ci sono quindi i bagnini per prestare il primo soccorso, oppure avvisare i bagnanti della pericolosità del mare. Chi è in pericolo quindi deve aspettare il supporto nautico che viene da marina?.
    Ma non ha ancora capito la pericolosità del tratto di mare di fronte casa “Montalbano”?. Lì ci vuole il bagnino che avverte della pericolosità del mare ed eventualmente soccorre subito. Tutto questo per dire che sta facendo qualcosa. Ma la guardia costiera l’ultima volta è arrivata indipendentemente della convenzione. Specchietto per le allodole. Ma………………………………

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Frasca: “Tre beni confiscati alla mafia nel patrimonio immobiliare del Comune”

Il Comune di Santa Croce Camerina ha dichiarato la propria disponibilità all’acquisizione …