Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Un progetto di valorizzazione delle cave iblee di cinque diversi Comuni del Sud Est siciliano: Ragusa, Ispica, Rosolini, Modica e Scicli. Un’iniziativa di valorizzazione del turismo naturalistico e rurale alla scoperta delle straordinarie risorse ambientali e paesaggistiche della zona sud occidentale dell’Altopiano degli Iblei. E’ il progetto denominato “Iblee Valleys Circuit”, ovvero il circuito delle cave iblee. A proporlo è l’associazione culturale Sud, organismo capofila di diversi partner che hanno aderito, sia pubblici che privati. Il paesaggio ibleo è un tavolato in gran parte calcareo, inciso da valli fluviali, comunemente indicate con il nome di “cave”, formate dall’azione erosiva delle acque fluviali e piovane su fratture faglie: un territorio unico sia per la rilevanza naturalistica che per l’interesse scientifico che queste cave rivestono tuttora. L’iniziativa, finanziata dall’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana attraverso i fondi europei (Progetto d’Eccellenza “Itinerari per la valorizzazione del turismo naturalistico” di cui alla L. 296/2006 art. 1 c. 1228) e curata dalla Lapilli Viaggi, è finalizzata alla valorizzazione del turismo naturalistico attraverso l’ideazione di pacchetti che prevedano i circuiti delle cave iblee con l’obiettivo di riscoprire il territorio, sia dal punto di vista storico che paesaggistico e naturalistico, e di conseguenza la flora e la fauna tipiche del posto, di grandissimo interesse scientifico e biogeografico. Il progetto, che ha richiesto mesi di elaborazione e di studio delle varie offerte con il coinvolgimento dei partner specifici nelle differenti aree di competenza, è già entrato nella parte operativa con alcuni seminari di formazione specialistica sulle cave di principale attrattiva della zona ragusana, come Cava d’Ispica, Cava dei Servi, Cava Gisana, Conca a Grotta del Salto, Cava Celone, Cava Santa Domenica, Cava della Misericordia, Cava Volpe, Cava del Paradiso, Cava Grande. Dopo i vari momenti di divulgazione già avviati, si procederà presto con un seminario informativo durante il quale saranno presentati alla rete, i circuiti realizzati. A seguire ci saranno cinque seminari divulgativi, uno per ogni territorio coinvolto, in cui i circuiti saranno esposti agli stakeholder del progetto. Infine dall’8 al 10 ottobre momento conclusivo con un educational alla presenza di 8 tour operator stranieri ai quali saranno presentati i differenti pacchetti. Anche loro avranno la possibilità di sperimentare, insieme agli itinerari naturalistici, interessanti tour enogastronomici. Tra i partner del progetto ci sono i Comuni di Modica, Rosolini e Ispica, il Cirs – Centro ibleo di ricerche speleo-idrogeologiche di Ragusa, la Residenza Turistica Rurale “Casina di grotta di ferro” di Ragusa, l’ Agesind Viaggi Gruppo Etli Meditur srl di Catania, la Lory Viaggi di Ispica, l’Archeoclub d’Italia sede di Rosolini, la Società cooperativa L’isola di Scicli e Silva Suri di Ragusa. Maggiori informazioni sul sito web http://www.circuitodellecaveiblee.it/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa – L’Asp 7 assume 46 infermieri. Sbloccati i concorsi per 7 nuovi primari

Il Commissario dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, dr. Salvatore Lucio Ficarra, lo aveva già…