Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Seconda vittoria consecutiva per il Santa Croce, che sale a sei punti e strizza l’occhio ai quartieri alti della classifica. La formazione di Lucenti, che ha salutato in settimana l’attaccante Messina (l’esperienza si è chiusa per motivi di famiglia), liquida lo Sporting Trecastagni per 3-0. E’ una vittoria che consolida le buone impressioni raccolte una settimana fa a Biancavilla contro il Paternò e nasce sotto la buona stella del portiere Annese, bravo a neutralizzare dopo 6’ il rigore di Morabito che lui stesso aveva provocato con un fallo ingenuo (ma da giallo) su Inserra. La botta del capitano ospite è centrale. Dopo il pericolo scampato, il Santa Croce ingrana e comanda il gioco. Sale in cattedra Liborio Scudera, che al 16’ controlla in area e fa partire un sinistro esplosivo che si spegne sotto l’incrocio. L’esultanza è spettacolare quanto il gesto tecnico. Da Scudera a Castania il passo è breve. L’esterno, impiegato da seconda punta, è micidiale per atletismo e velocità e provoca svarioni all’incerta difesa ospite: al 33’ la traversa si oppone al suo pallonetto. Annese al 38’ risponde presente all’unico tentativo ospite, deviando la botta di Gennaro dalla distanza.

Nella ripresa cambiano le condizioni ma il Trecastagni, nonostante il vento a favore, non riesce a costruire una trama degna di nota. Il Santa Croce resiste bene, è compatto e permette alle ali di spingere. Il protagonista assoluto è ancora Castania che al 24’, dopo una serpentina, recapita sul piede di Baeli il pallone del raddoppio. Al 33’ l’ex Macchitella conclude in rete una splendida ripartenza architettata da Hydara e Spadola (ottimo il suo impatto), con un cambio di fronte spettacolare. Il numero undici entra in area dal vertice sinistro e non lascia scampo all’incerto Pappalardo con una conclusione a giro sul secondo palo. Game, set and match: il Santa Croce vince di fronte al pubblico di casa e rilancia la propria candidatura per una stagione di alto livello.

IL COMMENTO DI MISTER LUCENTI
“Stiamo crescendo di settimana in settimana – spiega l’allenatore al termine della convincente prestazione contro il Trecastagni – ma questa era una cosa che già sapevo. Sappiamo che raccoglieremo i frutti del nostro lavoro sul lungo periodo. Oggi abbiamo lottato fino alla fine contro un’ottima squadra e finalmente siamo riusciti a sbloccarci sotto il profilo realizzativo. L’addio di Messina? Il campionato è lungo. Se la società lo riterrà opportuno interverrà. In questo momento siamo in palla, e chiunque vorrà darci una mano potrà fare bene”.

IL TABELLINO

Santa Croce-Sporting Trecastagni 3-0

Marcatori: 16’ Scudera; 24’ st Baeli, 33’ st Castania

Santa Croce (4-4-2): Annese; Guarino, Alma, Pianese, Ravalli; Iozzia, Giarrizzo (1’ st Spadola), Hydara, Baeli (38’ st Gulino); Scudera, Castania (43’ st Silva). A disposizione: Barrera, Guglielmino, El Ouej, Molè. Allenatore: Lucenti

Sporting Trecastagni (4-5-1): Pappalardo Al.; Mirabella, Papotto (25’ st Iddrisu), Morabito, Gennaro; Mazzaglia, Boccaccio (7’ st Alì), Mannino (29’ st Di Mauro), Luca, Sinito; Inserra. A disposizione: Ravasco, Riolo, Pappalardo An., Romano. Allenatore: Torrisi

Arbitro: Fazio di Agrigento

Ammoniti: Annese, Iozzia (SC); Gennaro, Papotto (ST)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, l’Atletico scalda i motori: il nuovo capitano è Occhipinti FOTO/INTERVISTE

Tanti volti nuovi nella dirigenza e nell’organico, una serata a cena per fissare gli obiet…