Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si chiama Salvatore Galifi il 46enne di Vittoria che martedì, all’ora di pranzo, ha tentato di rubare degli oggetti di valore (un notebook e una macchina fotografica) da un camper parcheggiato a Punta Secca. Lo rende noto ‘Il Giornale di Sicilia’. Appena due settimane fa l’uomo era stato condannato alla pena di due anni di reclusione davanti al Tribunale collegiale di Ragusa per rapina, ma era stato assolto dalle lesioni e dall’accusa di danneggiamento. Adesso la Procura gli contesta il reato di furto aggravato. Il pm di turno in Procura, Giulia Bisello, ha concesso all’indagato gli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida in programma tra oggi e domani. Galifi è difeso dall’avvocato Giuseppe Di Stefano. L’indagato nel giugno del 2013, al termine di una lite all’interno del Bar Esso di Vittoria, avrebbe ferito al volto, con un bicchiere rotto, un ragazzo di 25 anni presente nell’esercizio pubblico causandogli uno sfregio permanente al volto. Per questo reato Galifi è stato condannato dal Gup del Tribunale di Ragusa alla pena di 4 anni di reclusione per il reato di lesioni gravissime. La condanna del mese scorso, invece, è riferita ad un episodio che risale all’ottobre del 2014, quando assieme a due complici, avrebbe rapinato un gruppetto di minorenni in piazza del Popolo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Operazione “Agnellino Bis”: 13 arresti per spaccio, uno a Santa Croce FOTO

L’operazione antidroga “Agnellino” dell’aprile 2014, coordinata dalla Procura Distrettuale…