Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il Santa Croce ospita il Città di Catania in una sfida difficile anche se la posizione di classifica dei catanesi, a due punti dalla zona retrocessione, invita a prospettive ottimistiche. La formazione etnea, che è in effetti l’Aci S.Antonio, ha cambiato recentemente allenatore cercando di dare una svolta al suo campionato per cui verrà con l’intenzione di guadagnare più punti possibili e in ogni modo. Un presupposto quindi pericoloso per la formazione allenata da Lucenti che, dopo nove risultati positivi di fila, cercherà invece di non perdere il contatto con la testa della classifica, distante solo due punti, e presentarsi alla sfida con l’attuale capolista Città di Ragusa, in programma domenica 27 novembre al “G.Biazzo” di Ragusa, nella migliore condizione agonistica e mentale. Il ruolino di marcia del Santa Croce consegna ai tifosi e all’ambiente sportivo locale una formazione solida e ben equipaggiata che solo un ipotetico calo di tensione o un inopinato approccio sottogamba alla gara potrebbe danneggiare.

Lo sa bene anche il tecnico Gaetano Lucenti che sta preparando al meglio i suoi ragazzi per questa sfida e per le prossime in calendario, rispettivamente con il Città di Ragusa e con il Marina di Ragusa, ambedue fuori casa. “Sabato giochiamo con una formazione che è assetata di punti – esordisce nella sua disamina Lucenti – che verrà a Santa Croce con l’intento si fare risultato a tutti i costi, per cui se vogliamo guadagnare i tre punti c’è bisogno di una prestazione maiuscola. Sotto questo aspetto – osserva il tecnico biancazzurro – devo ammettere che a Caltagirone (con le Aquile Calatine domenica scorsa, ndr) ho visto dei miglioramenti sotto il profilo della gestione dei vari momenti della gara e dell’approccio ad essa. Siamo coscienti però – ammette Lucenti – che non sarà per nulla facile affrontare un avversario che ha grinta e voglia di risollevarsi ma noi dobbiamo continuare il nostro percorso di crescita per non perdere contatto con l’alta classifica, obbiettivo che ci siamo posti in questo momento”. La vittoria contro il Città di Catania è importante anche per il Santa Croce per poter approfittare di un eventuale risultato non positivo della capolista che va a giocare fuori casa sull’ostico terreno dello Sporting Eubea. Nelle file del Santa Croce mancherà Iozzia, squalificato, ed è ancora incerto il portiere Annese per i postumi di un infortunio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, l’Atletico scalda i motori: il nuovo capitano è Occhipinti FOTO/INTERVISTE

Tanti volti nuovi nella dirigenza e nell’organico, una serata a cena per fissare gli obiet…