Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Riceviamo e pubblichiamo una segnalazione da parte di Roberto Brancato, un cittadino santacrocese che sottolinea lo stato di pericolo in cui si trova un lampione di pubblica illuminazione situato in piazza Vittorio Emanuele, da cui partirebbe una possibile dispersione di corrente.

“Giusto per non far cadere nel dimenticatoio l’ennesima segnalazione, fatta dal sottoscritto al nostro nostro comune, – scrive Brancato – ho deciso anche di fare conoscere attraverso la stampa un problema che mette a repentaglio la sicurezza di tanti cittadini e che può diventare un pericolo effettivo, con lo scopo di provare a sensibilizzare le autorità competenti a intervenire o a fare chiarezza. Mi è capitato diverse volte (non solo a me) di ustionarmi i palmi delle mani a causa di una dispersione di energia elettrica proveniente da un lampione situato in piazza V.Emanuele, a pochi passi dal bar Mokambo. Ho segnalato il tutto ai vigili urbani e dopo un sopralluogo effettuato da un elettricista che collabora con il comune, mi è stato detto che è tutto ok. Però il problema si è ripetuto anche con altre persone in mia presenza. Voglio segnalare ulteriormente questo pericolo a chi di dovere e sperare che l’amministrazione comunale abbia la sensibilità e la solerzia di rispondere con immediatezza, augurandomi che le risposte non siano evasive, come spesso capita quando si tratta di risolvere i problemi sollecitati dai cittadini”.

L’ASSESSORE: TUTTO FALSO
L’assessore ai Lavori Pubblici Dino Aprile, in seguito alla segnalazione di Brancato, ci fa sapere che l’allarme non è in alcun modo giustificato. “In seguito all’intervento di un tecnico comunale, si è stabilito che da quel palo dell’illuminazione non c’è alcuna dispersione di corrente elettrica”.

immagine

14937322_1242703969124507_5580411809652434265_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Falegnameria Micieli dona una porta all’Avis: “Gesto di grande cordialità”

“Continuano le donazioni per la celebrazione dei sessant’anni della nostra attività. Io e …