2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Morro di San Paolo – Confessa l’assassino di Pamela Canzonieri, la ragusana uccisa in Brasile

0 214

Ha confessato l’assassino di Pamela Canzonieri, la ragazza uccisa giovedì scorso a Morro di San Paolo (Brasile). Si tratta di Antonio Patrício Dos Santos detto “Fabricio”, brasiliano, nato il 21.04.1985 a Nilo Peçanha (Bahia). Le indagini della Polizia Civile di Salvador de Bahia che ha competenza anche sulle unità di polizia dei territori interni e quindi Valença e Morro de São Paulo, si sono indirizzate da subito  sulla vita privata  e sugli avventori del locale dove lavorava Pamela. L’uomo avrebbe incontrato Pamela per strada mentre stava facendo ritorno a casa, offrendosi di accompagnarla. Poi avrebbe fatto della avances alla donna mentre apriva la porta del suo appartamento al quartiere Mangaba a Morro de Sao Paulo. Al secco rifiuto opposto da Pamela di baciarlo, l’uomo, in stato confusionale perchè sotto l’effetto di droghe, avrebbe reagito con violenza, serrandole le mani al collo fino ad ucciderla. Non è escluso che in quei concitati momenti vi fossero altre persone presenti nei pressi della scena del crimine, ovvero gli altri sospettati, tra cui forse anche la donna con la quale Pamela aveva litigato qualche giorno prima.

Il movente passionale è stato dunque alla base dell’omicidio di Pamela, l’ennesimo, drammatico episodio di femminicidio che ha tranciato una giovane vita. Con il contributo dell’ Ufficiale di collegamento Italiano  dello SCIP – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Criminalpol di stanza a Rio de Janeiro, che ha partecipato a tutte le attività, si è ristretto velocemente il campo, e già ieri era stato tratto in arresto il “Fabricio”, vicino di casa della vittima. Sono ancora in Corso altri accertamenti.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.