Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Prima sconfitta casalinga della stagione (e della sua giovane storia) per l’Atletico Santa Croce. La squadra di Santoro passa in vantaggio, spreca un rigore e – ormai senza fiato – si arrende al Santa Lucia, di gran lunga la formazione migliore scesa quest’anno al Kennedy. Per l’Atletico la classifica parla di 9 punti (3 vinte e 3 perse) dopo sei giornate di campionato. La vetta si allontana e i rimpianti, dopo la cocente sconfitta di Ispica, aumentano.

Santoro alla vigilia fa i conti con i soliti forfait (Spadola, Puglisi e Cordova su tutti) e deve rinunciare al portiere titolare Mandarà. Al suo posto Caruso. L’Atletico parte meglio, ma al suo cospetto trova una squadra organizzata e molto brava tecnicamente. E che, a differenza delle altre, evita si schiacciarsi troppo nella propria metà campo. Il Santa Lucia prova anche a far gioco e il primo quarto d’ora scorre all’insegna dell’equilibrio. La prima fiammata è di Ruben Aprile: il trequartista riceve palla da rimessa laterale, è bravo a proteggerla e fa partire un destro secco, in diagonale, che fulmina Sorano: 1-0. Al 20’ Occhipinti riceve da Aprile dopo un’azione in ripartenza, ma il tiro questa volta scorre alla destra del portiere ospite. Il Santa Lucia si affaccia davanti con Blandini, ma rischia di precipitare al 32’, quando Tossani atterra Occhipinti e concede all’Atletico un prezioso calcio di rigore. Lo stesso Occhipinti si presenta sul dischetto, ma scaglia la conclusione sul palo. Poteva essere il 2-0. L’Atletico perde improvvisamente convinzione, prestando il fianco alle iniziative avversarie. Valvo ha una ghiotta occasione sull’uscita improvvisata di Caruso, ma non centra la porta. All’intervallo resiste il fortino di casa.

Nella ripresa la formazione di Santoro, come manifestato già nell’ultima gara interna con l’Hellenika, perde l’inerzia ed esaurisce in fretta le energie. I siracusani sono bravi a presidiare la metà campo avversaria e a sfruttare le disattenzioni difensive: il gol del pari, però, è un’intuizione di Valvo, che dai sedici metri insacca sotto la traversa con un tiro precisissimo che Caruso si limita ad osservare nella sua parabola discendente. Il Santa Lucia aggredisce e al 25’ trova addirittura il sorpasso: altra dormita difensiva e Orecchia ha tutto il tempo di battere Caruso per l’1-2. E’ il gol che vale il ko tecnico. L’Atletico fatica a ripartire, ci prova con il cuore più che con la manovra, ma non riesce più a pungere nonostante il tentativo disperato delle quattro punte (dentro anche Lentini). FOTOGALLERY A CURA DI GIUSEPPE CURIALI

IL TABELLINO
Atletico Santa Croce-Santa Lucia 1-2
Marcatori: 18’ Aprile (A), 8’ st Valvo (S), 25’ st Orecchia (S)
Atletico Santa Croce: Caruso, Vitale (34’ st Mandarà S.), Gulino, Iurato, Gravina, Occhipinti Giu., Curiali (13’ st Lentini), Tumino (28’ st Zisa), Occhipinti Gio., Aprile, Agnello. A disp.: Mandarà A., Spadola A., Hoxha, Ingallinera. All.: Santoro
Santa Lucia: Sorano, Sinatra, Saraceno, Pandolfo, Tossani (20’ st Cannizzaro), Lo Bello (24’ st Pappalardo), Orecchia, Gatto Rotondo, Bordonali, Blandini, Valvo (29’ st Nicastro. A disp.: Cappuccio, Gibilisco, Piazzese, Salamone. All.: Modica
Arbitro: Claudio Spadaro
Ammoniti: Tumino, Occhipinti Gio., Aprile (A), Tossani, Gatto Rotondo, Bordonali, Blandini (S)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

La palestra Santa Rosalia si rifà il look: ultimato montaggio dei nuovi fari al led

Sono stati ultimati nella serata di venerdì i lavori di manutenzione all’impianto d’illumi…