Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Tre disattenzioni difensive costano carissime all’Atletico Santa Croce che in pochi minuti – dal 15’ al 31’ della ripresa – vede tramontare di fronte a sé il sogno di battere la capolista Ferla e agganciarla in testa alla classifica. Con il quarto ko stagionale, invece, la vetta si allontana progressivamente (adesso l’Atletico è -6 dal primo posto) e più di un dubbio si insinua nella testa dei giocatori e di mister Santoro, che assiste alla seconda sconfitta consecutiva dei suoi ragazzi in casa. La formazione biancoazzurra è senza Gulino e Aprile (squalificati), fuori anche Tumino e Curiali. Il 4-2-3-1 iniziale, però, è tutto fuoché remissivo. L’Atletico ha voglia di condurre le operazioni, ma il Ferla è quadrato e ben messo in campo. Nei primi 20’ emerge un duello ad armi pari: gioco intenso, pochi tatticismi e qualche errore. Al 21’ il quadro della partita muta improvvisamente: Licitra, al debutto stagionale davanti ai suoi nuovi tifosi, smanaccia malamente un pallone all’interno della sua porta e consegna il vantaggio agli ospiti. L’Atletico prova a reagire, ma non scalfisce quasi mai il muro avversario. Alla prima occasione utile, però, il pari arriva: merito di Stefano Iurato, che aggira la barriera con una punizione pregevole e infila nel sette. Al 39’ è 1-1. L’Atletico sfrutta il momento e prova a piazza il break decisivo: l’incursione di Simone Agnello, però, trova i pugni di Galioto.

Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa ribaltano la partita: Occhipinti innesca il contropiede, Lentini mette in mezzo dopo una corsa dirompente e Zisa colpisce di testa, realizzando di giustezza il 2-1. Quando la gara sembra avviata sui binari santacrocesi, un’altra distrazione penalizza l’Atletico. La Cognata calcia una punizione verso il cuore dell’area: il portiere non esce, i difensori si guardano e il pareggio è cosa fatta. Il secondo errore strampalato della serata mette qualche granello negli ingranaggi – più mentali che tecnici – della squadra di Santoro, che si smarrisce e quasi smette di attaccare. La gara ristagna, ma è il terzo errore difensivo, stavolta su un traversone innocuo dalla destra, a sancire la sconfitta: Di Giorgio sbuca alle spalle dei giocatori in maglia blu e appoggia in rete di testa. L’Atletico, all’83’, rimane anche in dieci per l’espulsione di Spadola e – al di là di una conduzione arbitrale ai limiti delle decenza – va sottolineato che l’assalto finale produce poco o nulla. Al 5’ di recupero una punizione di Iurato viene toccata in angolo, goffamente, da Galioto. E’ l’ultima emozione di una partita scorbutica, che l’Atletico serve su un vassoio d’argento al Ferla (sesta vittoria in sei gare). Che ringrazia e si gode la vetta solitaria del gruppo G.

IL TABELLINO
Atletico Santa Croce-Ferla 2-3
Marcatori: 21’ autogol Licitra (A), 39’ Iurato (A), 8’ st Zisa (A), 15’ st La Cognata (F), 31’ st Di Giorgio (F)
Atletico Santa Croce: Licitra, Vitale, Spadola A. (35’ st Garofalo), Spadola G., Occhipinti Giu., Puglisi, Zisa, Iurato, Occhipinti Gio., Agnello, Lentini (25’ st Hoxha). A disp.: Caruso, Gravina, Ingallinera, Mandarà S., Farina. All.: Santoro
Ferla: Galioto M., Giansiracusa G., Fisicaro Sal. (9’ st Fisicaro Sal.), Rizzo, Galioto G., Fazio, Pisasale G. (19’ st Ganci), La Cognata, Ingallè, Giansiracusa F. A disp.: Iaci, Pisasale S., Giansiracusa S., Marino, Cataldo. All.: Costanzo
Arbitro: Castelletti di Caltanissetta
Note. Ammoniti: Vitale, Occhipinti Giu., Occhipinti Gio. (A); Galioto M., Rizzo, Fazio, Giansiracusa F. (F). Espulsi: al 37’ st Spadola G. (A) per doppia ammonizione; al 46’ st Fisicaro Sal. (F) per comportamento antisportivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, Lucenti invita il Santa Croce alla reazione: mercoledì sfida col Marina

La sconfitta di domenica pomeriggio in casa dello Sporting Augusta (2-0), non è stata ben …