Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Prosegue la lotta allo spaccio delle sostanze stupefacenti da parte della Compagnia Carabinieri di Modica, che con un’attenta e capillare azione di controllo del territorio, contrasta incisivamente questo fenomeno criminale che spesso, purtroppo, coinvolge anche i più giovani. Ieri sera, i Carabinieri delle Stazioni di Pozzallo e di Marina di Modica nel corso di un predisposto servizio antidroga, hanno arrestato due giovani, G.M., classe ’98, pozzallese, e B.R.W, classe ’97, entrambi già noti alle forze di polizia, sorpresi con diversi grammi di marijuana e hashish, materiale per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente e soldi in contanti. Nello specifico, i militari dell’Arma hanno concentrato l’attenzione nei pressi di alcune zone solitamente molto frequentate dai giovani dove, ultimamente, sono stati notati alcuni movimenti sospetti.

Ieri, infatti, i Carabinieri hanno avuto la conferma, tanto che hanno notato i due giovani che con fare sospetto stavano passeggiando nei pressi di una sala giochi, punto di ritrovo di molti ragazzi. A questo punto, insospettiti dall’atteggiamento dei due, oltretutto già noti per precedenti episodi di spaccio, i militari dell’Arma sono intervenuti e li hanno fermati per un controllo. Alla vista dei militari, uno dei due giovani, G.M., ha tentato di nascondere un sacchetto di plastica sotto una macchina in sosta che però è stato subito recuperato ed all’interno i Carabinieri hanno trovato circa 25 grammi di marijuana, circa 20 grammi di hashish, un bilancino di precisione e la somma in contanti di 320 euro, verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

A questo punto, i due giovani sono stati sottoposti a perquisizione personale e sono stati trovati in possesso rispettivamente, G.M. di ulteriori 4 grammi circa di marijuana, materiale per il taglio dello stupefacente e 20 euro in contanti, mentre B.R.W. di quasi 5 grammi di marijuana suddivisi in dosi, nascosti negli slip. I due fermati, dunque, sono stati condotti in caserma e dichiarati in stato di arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, al termine delle formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

Intanto, i Carabinieri hanno sequestrato i soldi provento dello spaccio e lo stupefacente che sarà successivamente inviato al laboratorio di analisi dell’Asp di Ragusa per i risultati qualitativi e quantitativi al fine di stabilirne con precisione le dosi ed i guadagni che si sarebbero potuti ricavare dall’attività di spaccio. Dall’inizio dell’anno, solo nel Comune di  Pozzallo, sono già state arrestate 23 persone e 2 denunciate a piede libero per il reato di spaccio di stupefacenti, altri 25 soggetti invece sono stati segnalati alla prefettura di Ragusa quali assuntori di droghe. Molti di questi, purtroppo, sono ragazzi molto giovani che troppo spesso non considerano le gravi conseguenze che derivano da questa attività illecita e ne rimangono coinvolti facilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa – Inaugurata nuova sede dell’ANMIL: presenti anche gli onorevoli Ragusa e Dipasquale

E’ stata inaugurata sabato 18 novembre la nuova sede dell’ANMIL (Associazione …