Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Un pareggio rocambolesco che lascia l’amaro in bocca e impedisce all’Atletico di tornare alla vittoria dopo oltre un mese d’astinenza. La sfida del “Kennedy” con il Sortino finisce 2-2, ma sono tante le recriminazioni. L’Atletico non sfrutta per ben due volte il vantaggio di un gol e, laddove non arrivano gli ospiti, ci pensa l’arbitro, che al 91’ assegna un rigore cervellotico e regala alla formazione di Grasso un pareggio dorato e quasi inaspettato. Non così immeritato, ad onore del vero: perché i 90’ parlano di un sostanziale equilibrio e di un ritmo piacevole, nonostante il freddo intenso che attanaglia pubblico e giocatori.

L’Atletico, reduce da due sconfitte che fanno ancora male (Ferla e Vizzini), parte col piglio giusto nonostante la rivoluzione di Santoro: fuori Zisa e Aprile, davanti la coppia è formata da Lentini e Occhipinti. I due attaccanti si fanno subito vivi fra l’11 e 12’ del primo tempo, ma concludono fuori dallo specchio. Benvenuto sfiora il gol ospite al 17′: la sua girata si perde alta. Al 20’ Alfio Spadola ci prova con una sassata dal limite, il portiere alza in corner. Sono queste le poche, quasi sparute, occasioni dei primi 45’. L’Atletico gioca bene, ma il Sortino non si rintana e riparte con coraggio e buona organizzazione. Le emozioni migliori devono ancora arrivare.

Il primo acuto della ripresa (al 3’) porta la firma di Lentini. L’attaccante è bravo a raccogliere un rinvio di Gulino e a catapultarsi sul pallone: il pallonetto magico, dal limite dell’area di rigore e in anticipo su due avversari, si spegne sotto la traversa. Il vantaggio biancoazzurro è un gol da favola. Passano due minuti e il Sortino pareggia: azione confusissima in area dell’Atletico, un paio di rinvii mancati e il destro secco di Benvenuto non lascia scampo a Licitra: 1-1. Gli ospiti sfruttano il momento positivo e rischiano di ribaltare la partita: Alfio Spadola intercetta sulla linea di porta una conclusione destinata in fondo al sacco. Al 30’ Giovanni Occhipinti viene anticipato in modo provvidenziale a due metri dalla linea di porta. Al 33’ Zisa – entrato pochi minuti prima dalla panchina – si procura un calcio di rigore che Aprile, l’altra riserva di lusso, realizza con qualche patema. L’arbitro Amato, perfetto fino a quel punto, perde il controllo della partita. L’Atletico, che aveva già esaurito i cambi, resta senza Spadola per infortunio. Il direttore di gara assegna una punizione dal limite al Sortino: sul tentativo del solito Benvenuto la barriera respinge. Secondo Amato lo fa in modo irregolare: giallo a Iurato per aver usato il braccio e rigore clamoroso che Salvo Benvenuto – imitando Aprile – segna con qualche brivido. Il finale di tensione non porta in dote altri gol. Per l’Atletico è il primo pareggio dell’intero campionato. Che sa tanto di beffa.

IL TABELLINO
Atletico Santa Croce-Sortino 2-2
Marcatori: 3′ st Lentini (A), 5′ st Benvenuto (S), 34′ st rig. Aprile (A), 46′ st rig. Benvenuto (S)
Atletico Santa Croce: Licitra, Vitale, Spadola A., Cordova (1′ st Aprile), Mandarà, Puglisi, Gulino, Spadola G., Occhipinti (35′ st Santoro F.), Iurato, Lentini (23′ st Zisa). All.: Santoro M.
Sortino: Pavone, Cafra, D’Agostino (40′ st Benvenuto F.), Mascali, Salemi, Sale, Emanuele, Denotti, Di Maria (25′ st Brinzi), Benvenuto S., Blancato. All.: Grasso
Arbitro: Amato di Siracusa
Ammoniti: Spadola, Iurato, Santoro (A), Pavone, Mascali, Sale, Brinzi (S)

 

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, il Santa Croce riparte da Lucenti? Agnello: “Parlargli è un atto dovuto”

Il Santa Croce comincia a muoversi in vista della prossima stagione. Quella appena termina…