Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Come ogni anno, la Chiesa cattolica l’11 febbraio ricorda, in occasione dell’apparizione della Madonna a Lourdes, la giornata di preghiera per gli anziani e gli ammalati; anche nella Parrocchie della diocesi iblea, vi sarà almeno una celebrazione con la presenza dei malati. A Santa Croce Camerina è prevista la recita del Rosario presso l’Istituto delle Suore del Sacro Cuore alle ore 15:30 e in seguito la Santa Messa. La Messa, a livello diocesano, presieduta da S.E. il Vescovo, monsignor Carmelo Cuttitta, verrà celebrata invece alle 16, a Ragusa, presso la Chiesa Cattedrale San Giovanni Battista. Presenzieranno, alla celebrazione solenne, la sottosezione UNITALSI di Ragusa che si prodiga alla cura dei diversamene abili e dei malati, i componenti della Pastorale della Salute diocesana e della Cappellania Ospedaliera, gli operatori sanitari, i componenti delle varie associazioni attive in diocesi, le autorità militari e la giunta comunale. “Come Maria – spiega il direttore per la pastorale della salute Can. Don Giorgio Occhipinti – con la preghiera trasformiamo le nostre incertezze in sostegno per gli altri; con l’amore arricchiamo il nostro prossimo, specialmente quello più debole; siamo sospinti ad offrire sempre e comunque la nostra vita. Stringendoci tutti, ministri ordinati, malati, operatori sanitari e volontari, attorno a Maria, nostra madre, le chiediamo di sostenere la nostra fede, di aumentare il nostro senso di fraternità e responsabilità verso i fratelli più deboli, di aiutarci a diventare imitatori di Cristo”.

Segnaliamo, fra gli eventi che fanno da contorno alla giornata del malato, due giorni in particolare: giovedì 9 febbraio, alle ore 16, nella Sala Convegni del Centro Polifunzionale Interculturale di Ragusa in Via N. Colaianni, l’A.S.P. di Ragusa ha organizzato un incontro sulla salute e la prevenzione dal titolo “Tutto quello che c’è da sapere sui vaccini”, approfondendo in primis la meningite, argomento attuale in Italia (dai sintomi alle modalità di contagio); mercoledì 15 febbraio, sempre l’ufficio della pastorale diocesana con l’Associazione Amethysto ha organizzato un convegno concernente le dipendenze patologiche giovanili illustrate con un nuovo linguaggio di comunicazione dal tema: “Nuove drammaturgie sociali-Io Bevo Sicuro”; l’incontro inizierà alle ore 17.30 nell’Auditorium della parrocchia Preziosissimo Sangue di Ragusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ispica – Incidente stradale nella notte, muore un giovane centauro di 17 anni sbattendo contro un muro

Incidente mortale la scorsa notte intorno alle ore 3 sulla Ispica –Pozzallo nei pressi del…