barone_orizzontale
orizzontale_mandara
pluchino_orizzontale

Il Santa Croce sembra guarito: nel recupero della quarta giornata di ritorno (il match era stato sospeso per una violenta grandinata il 22 gennaio scorso), la squadra di Lucenti batte lo Sporting Eubea, ottiene il secondo successo in quattro giorni e si porta da solo in quarta posizione (con una gara da recuperare). Ma quello che conta maggiormente è lo spirito – ritrovato – e la capacità di far fronte insieme alle difficoltà, prima fra tutte il fatto di dover giocare in inferiorità numerica  per quasi tutto il secondo tempo.

Ferrante, con la doppietta, si dimostra l’uomo del momento, quello capace di indirizzare le partite e forse una stagione intera. E’ grazie al suo contributo che il Santa Croce, sabato scorso, aveva travolto la Rinascita Netina ed era tornato al successo dopo due mesi e mezzo. E’ grazie a lui che viene fuori da una partita complicata, con un avvio un po’ in sordina, in cui lo Sporting Eubea era riuscito a creare parecchie difficoltà al Santa Croce dalla metà campo in avanti. Il primo tempo racconta di una partita a scacchi, in cui le due formazioni fanno un uso smodato di tatticismo per non soccombere. Gli ospiti sono ben organizzati e non lasciano spazi, il Santa Croce prova a scavalcare il centrocampo con lanci lunghi poco efficaci. I due portieri non corrono alcun pericolo fino al 46’, quando Ferrante infiocchetta l’1-0. Il trequartista raccoglie un pallone al limite dell’area e fa partire una conclusione prelibata che scavalca Parlabene.

In avvio di ripresa il canovaccio non cambia di una virgola e quando lo Sporting Eubea aumenta la pressione, il Santa Croce si rende minaccioso in contropiede. Un lungo lancio dalla metà campo difensiva, al 9’, innesca Scudera: l’attaccante si fa ipnotizzare da Parlabene a tu per tu, ma Ferrante si fionda sulla respinta e colpisce per la seconda volta. Sembra una gara in discesa, ma il direttore di gara non è dello stesso avviso: secondo giallo a Giarrizzo e Santa Croce in dieci uomini al 12’. Gli ospiti provano a reagire, ma alcuni suoi elementi (vedi Senia e Scollo, non esattamente due insegnanti a Oxford) cadono nelle provocazioni del pubblico e rispondono con gesti da censura, trascurando quello che succede in campo. Il Santa Croce tiene botta con gli inserimenti di Talarico e Hydara e regge bene fino al mischione finale: l’arbitro vede un tocco di mano in area (di Pianese?) e decreta il rigore. Bellino, al 93’, la riapre con due minuti ancora sul cronometro. L’ultimo assalto va a vuoto e il Santa Croce festeggia i tre punti e l’addio alla crisi.

IL TABELLINO
Santa Croce-Sporting Eubea 2-1
Marcatori: 46’ pt Ferrante (SC), 9’ st Ferrante (SC), 48’ st Bellino (SE)
Santa Croce: Campo, Guarino, Silva, Giarrizzo, Pianese, Alma, Faye (22’ st Talarico), Iozzia, Ravalli, Scudera (38’ st Jatta), Ferrante (31’ st Hydara). All.: Lucenti
Sporting Eubea: Parlabene, Barresi (18′ st Cucchiara), Pancari, Favara, Senia, Giarratana, Bellino, Strano, Navanzino (26’ st Scollo), Caruso, Varga. All.: Costanzo
Arbitro: Galioto di Siracusa
Note. Ammoniti: Pianese, Iozzia, Ferrante, Scudera e Hydara (SA); Fanara, Giarratana e Strano (SE). Espulso: al 12’ st Giarrizzo (SA) per doppia ammonizione

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Inaugurata la palestra “Lorys”, papà Davide: “Resti il mio campione” VIDEO

Una palestra polivalente intitolata a Loris Stival, il piccolo “angelo” sottratto alla vit…