Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Non sarà lei il candidato sindaco del Pd per le prossime elezioni amministrative. Franca Iurato non sarà in corsa per ottenere il secondo mandato a palazzo di città. A farne le veci sarà il dottore Gianni Di Bari, medico in pensione, il cui nome è stato ufficializzato domenica scorsa durante un’assemblea del Pd.

Adesso per la Iurato è il momento di voltarsi indietro e valutare l’operato di cinque anni in cui, a causa delle ristrettezze economiche e dei mancati trasferimenti da parte di stato e regioni, il lavoro è stato difficile: “Sono stati anni belli ma di grande responsabilità – spiega il primo cittadino uscente a ‘La Sicilia’ – , anni che ho affrontato a testa alta anche grazie al sostegno del Partito Democratico che ha scelto di affidare una grande responsabilità, quale è quella di gestire un paese, a una donna, credendo nel valore estrinseco della persona prima che nel genere. Ho lavorato in un momento molto impegnativo. I numeri ci dicono che non è stata una passeggiata per nessuno. Solo nella nostra provincia, di cinque città alle urne, un sindaco si ripresenterà agli elettori”. Qual è l’opera più rappresentativa del suo mandato? “Più che a un progetto, penso a tutti i nostri propositi: dal belvedere, alla restituzione alla pubblica fruizione della stradella di Punta Secca. Sono interventi pensati per un futuro turistico della nostra terra, di cui penso di essere stata la guardiana, difendendola dalle speculazioni di chi avrebbe aggredito senza lasciare niente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, l’Atletico scalda i motori: il nuovo capitano è Occhipinti FOTO/INTERVISTE

Tanti volti nuovi nella dirigenza e nell’organico, una serata a cena per fissare gli obiet…