Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

All’indomani della firma sul verbale di consegna dei locali dell’ex Soat al Comune di Santa Croce e della miccia innescata dal consigliere comunale Luca Agnello, che contestava all’Amministrazione la scelta di trasferirvi il Museo civico e il Museo del Mare, il sindaco Franca Iurato – attraverso un lungo post su Facebook – fa chiarezza. E punto per punto cerca di smontare le argomentazioni di Agnello: “L’ingresso del plesso si apre proprio su uno slargo che costeggia la carreggiata, non è sul ciglio stradale. Lì potrebbero sostare dei pullman – afferma il primo cittadino, confutando la tesi della “strada pericolosissima” –. All’interno della struttura, inoltre, c’è abbastanza spazio, tale da consentire l’eventuale posteggio di auto. Capisco che è sempre bene pensare in grande, ma dubito che il nostro centro abbia bisogno di posteggi pari a quelli del Louvre: siamo certi che le scolaresche in visita o singoli avventori possano trovare una comoda sistemazione. La pericolosità della strada è pari a quella di qualsiasi circonvallazione: gli studenti pendolari abitanti del circondario fruiscono dell’autobus proprio da quel punto, con il benestare – presumo – delle famiglie che hanno voluto proprio lì le loro abitazioni”. Anche sull’ipotesi di trasferire nei locali dell’ex Soat gli uffici della Polizia Municipale, Franca Iurato replica: “E’ già stato fatto un atto di indirizzo per trasferire la Polizia Municipale nei locali di proprietà dell’Ente – quindi senza oneri d’affitto – accanto ai Servizi Sociali. Palazzo Carratello e Palazzo Ciarcià? Non rientrano nella disponibilità del Comune”. LEGGI IL POST

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Nella morsa di acqua e vento: bufera fra S.Croce e P.Secca, abbattuto un pino

Piogge e forti raffiche di vento, domenica mattina, hanno sferzato tutta la provincia di R…