barone_orizzontale
orizzontale_mandara
pluchino_orizzontale

E’ stata presentata venerdì mattina a Palazzo Arezzo, di fronte ai giornalisti e a una folta platea di simpatizzanti, la candidatura a sindaco del dottor Giovanni Barone. Classe ’57 e dirigente medico dell’Asp, Barone ha svelato il logo e il nome della lista civica che lo sosterrà alle prossime elezioni Amministrative: si chiamerà #SantaCroceRivive. “Il vero motivo per cui mi candido – esordisce Barone – nasce da lontano e dal fatto che la gente di Santa Croce, dopo le elezioni di cinque anni fa, abbia individuato in me il vero oppositore di questa Amministrazione. Da cinque anni combatto e mi oppongo duramente alle decisioni di una classe politica che non ritengo all’altezza. Ho espresso dei giudizi duri e continuerò a farlo, seppur nel pieno rispetto delle persone”.

IL PROGRAMMA – “Non ci riteniamo i più bravi – questa è un’etichetta che si guadagna sul campo – ma quelli con le idee più chiare” prosegue il candidato sindaco. “I soldi non ci sono perché si spendono male – aggiunge Barone – Stiamo sviluppando un’idea di programma elettorale tenendo conto degli stimoli che ci giungono dal basso. In questi mesi continueremo a parlare con i cittadini e tutte le categorie per affrontare le vere esigenze di Santa Croce”. Barone apre poi il capitolo del programma: “Ci occuperemo di centro storico, di piano regolatore generale, di recupero del patrimonio culturale e artistico, di turismo, agricoltura e sicurezza. Punta Secca? Ancor prima di piazzette e belvedere, ha bisogno dei bagni pubblici. Un servizio fondamentale che misura l’ospitalità di un paese”.

EUROPA E SICUREZZA – E lancia alcuni flash: “Bisogna rimettere mano al Piano Spiaggia e accompagnare la nascita di nuove strutture balneari. Apriremo un ufficio in cui dei giovani locali lavorino, giorno e notte, a una progettazione europea che sia propedeutica all’ottenimento dei finanziamenti. Interloquiremo con la Prefettura e le forze dell’ordine affinché tutti coloro che transitano nel territorio di Santa Croce siano soggetti riconoscibili e in regola. Condurremo una battaglia per la legalità e il decoro urbano. Ci affideremo a degli esperti, ovviamente a titolo gratuito, che ci diano una mano a livello turistico e di marketing per sfruttare a pieno le risorse del nostro territorio. Penso che dall’indotto turistico possano nascere almeno 100 posti di lavoro: non è una promessa ma un auspicio”.

IL RUOLO DEL CONSIGLIO COMUNALE – Un cosa a cui tiene Barone è restituire prestigio al Consiglio comunale: “Non deve più essere un semplice ratificatore di delibere di giunta, non deve più mostrarsi supino rispetto alle decisioni di sindaco e assessori. Il Consiglio deve interagire sempre, perché portavoce delle istanze dei cittadini. Anche i consiglieri di maggioranza – nessuno lo vieta – devono farsi portavoce di questa partecipazione dal basso con interrogazioni e mozioni d’indirizzo su ogni tematica”. #SantaCroceRivive è una lista civica inclusiva, aperta a ogni tipo di suggerimento: “Tranne a quelli che si fregiano di una patente politica – dice il candidato – Io sono disposto a parlare con tutti, uomini e donne di buona volontà, in cui l’appartenenza politica non sia una discriminante”.

GLI AVVERSARI – Infine una risposta agli avversari: “Ho pieno rispetto dei miei avversari e anche delle loro capacità. Ma hanno dei problemi: Schembari deve capire che non è lo stesso paese di dieci anni fa. Le metodiche amministrative sono cambiate e non basta dire che si era bravi dieci anni fa per risultare al passo coi tempi. Dire che si era bravi dieci anni fa, adesso, non è un valore aggiunto. Di Bari? Dovrà dimostrare di essere discontinuo rispetto a questa Amministrazione fallimentare, di cui però è stato uno dei collaboratori più assidui. Come farà? Chiedo alla gente di votare Giovanni Barone perché so davvero quali sono le esigenze di questo paese. Abbiamo gli strumenti per venire fuori da questa fase di difficoltà”.

 

image_pdfimage_print

Un Commento

  1. anonimo

    26 marzo 2017 a 14:54

    Grande Giovanni Barone ritorni in campo ma adesso con le carte giuste e con gli alleati giusti… Ispiri fiducia sarai tu il sindaco adesso facci capire bene quali sono le TUE idee chiare e non ti dilungare a parlare degli altri (gli altri parleranno e faranno capire a modo suo). Per adesso tu e il tuo gruppo siete una potenza, buon lavoro!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Sospettato di appartenere all’ISIS: espulso tunisino residente a Santa Croce

Un tunisino residente a Santa Croce Camerina, con il permesso di soggiorno scaduto dallo s…