barone_orizzontale
orizzontale_mandara
pluchino_orizzontale

Per la sua presentazione ha scelto Casuzze perché “è una borgata dimenticata da tutti, tranne che per riscuotere le tasse o cercare qualche voto”. Al Bar Ferrera è andata in scena la “prima” del candidato a sindaco Rosario Pluchino. E’ stato svelato anche il logo della lista civica #chiAMASantaCroce. “Sono un consigliere scomodo, che ha già dato tanto alla città. I motivi della mia candidatura? Abbiamo osservato la politica dall’esterno, per vedere quali soluzioni offrisse. E abbiamo deciso di scendere in campo perché non siamo rimasti soddisfatti”. I candidati saranno ufficialmente cinque: “Questo è il sale della democrazia – spiega Pluchino – Sono tutti degli ottimi candidati, ma le nostre idee sono diverse e arrivano dal basso. Abbiamo delle linee guida, ma il programma lo scriveremo insieme alla gente”. Barone, Schembari, Di Bari e Coco: nessuno sembra spaventarlo. “Siamo sicuri di vincere perché attorno a noi c’è il vuoto a livello di proposte. Abbiamo cercato di fare sintesi, ma non è stato possibile. Alcuni si sentono unti dal Signore, altri si sentono supereroi con una grande squadra alle spalle che sbaraglierà la concorrenza, altri vogliono rilanciare un’azione amministrativa già interrotta in passato. Noi siamo diversi e guardiamo oltre. Non sarà facile amministrare, anche per i vincoli che ci impone il governo nazionale e l’Europa, ma ce la metteremo tutta”.

Fra le linee guida del programma di Pluchino compaiono trasparenza, riammodernamento della macchina amministrativa, corsi di formazione per giovani agricoltori, nuovo regolamento del mercato ortofrutticolo, baratto amministrativo, acquisizione di un nuovo piano regolatore generale, decoro urbano, raccolta differenziata. Infermiere professionale presso l’Asp di Ragusa, Pluchino cominciò la scorsa legislatura come assessore nella squadra di Franca Iurato, salvo uscirne quasi subito “perché si parla di un’Amministrazione allo sbaraglio che ha illuso i suoi elettori e ha boicottato tutte le mie iniziative. La nostra serietà e la nostra competenza, mia e del consigliere Di Marco, sono riconosciute da tutti. Non mi sento un dinosauro della politica nonostante i vent’anni di esperienza, anzi penso di poter affrontare i problemi con una mentalità giovane e aperta. Da assessore ho intrapreso una battaglia per la fascia costiera, e intendo portarla avanti da sindaco.

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Sospettato di appartenere all’ISIS: espulso tunisino residente a Santa Croce

Un tunisino residente a Santa Croce Camerina, con il permesso di soggiorno scaduto dallo s…