biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Comiso – Arrestato un richiedente asilo per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo denunciato per vilipendio

0 119

In data 6 aprile, verso le ore 08:40, personale dipendente interveniva presso il centro di accoglienza San Giovanni Battista sito in contrada Canicarao per segnalazione di aggressione agli operatori del centro di accoglienza da parte di un richiedente asilo politico. Gli operatori di Polizia del Commisariato della città di Comiso, appena giunti sul posto, assieme a due unità del locale comando di Polizia Municipale hanno trovato alcuni operatori della struttura di accoglienza tra cui il richiedente, tutti intenti a calmare tale N.L. nato a Block (Ghana) il 04.06.1998. Quest’ultimo alla vista della Polizia di Stato iniziava ad inveire contro gli operatori sopra citati con frasi incomprensibili e in lingua straniera. Si riusciva solo a comprendere solo la testuale frase “Fuck you” ripetuta più volte indicando col dito tutti gli intervenuti, continuava inoltre dicendo “Fuck Italy”. A questo punto, considerato che aveva tentato di danneggiare la porta d’ingresso dell’ufficio del centro e l’evidente nervosismo del N.L. gli operatori della Polizia di Stato invitavano quest’ultimo a seguirli in Commissariato, ma immediatamente egli opponeva resistenza; quindi veniva accompagnato verso la autovettura della Polizia, ma invece di salire tentava di divincolarsi provocando così una ferita al dito della mano destra di un Assistente di Polizia che lo teneva al braccio. Un altro Agente di Polizia intervenuto in ausilio del predetto Assistente veniva spintonato ed urtava il gomito sulla carrozzeria del veicolo di servizio. Per tale motivo, entrambi gli operatori ricorrevano alle cure dei sanitari del locale nosocomio reparto di pronto soccorso, dove venivano giudicati guaribili in gg. 5 s.c. pertanto l’uomo veniva arrestato per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per vilipendio dello Stato Italiano.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.