Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Il consigliere comunale Salvuccio Mandarà, uno dei più strenui oppositori della terza farmacia a Casuzze, ha lanciato ieri una provocazione su Facebook, che va ad ampliare una rubrica ormai consolidata: le cosiddette “riflessioni a voce alta”. Eletto nelle file de ‘Il Paese che vogliAmo’ ma dichiaratosi indipendente fin dal suo giuramento, nel corso dell’ultimo Consiglio comunale aveva spiegato il suo ‘no’ a Casuzze, dicendo che in questo modo “non si fanno gli interessi dei cittadini di Santa Croce” e che “la borgata non è appetibile per chi vorrà aprire il nuovo presidio”. Mandarà, che si era espresso a favore della soluzione Santa Croce e si batte per una farmacia comunale, ha compiuto un viaggio di fantasia presso la nuova struttura, non lesinando il solito auguro di buon voto per le prossime Amministrative.

“Questa mattina trovandomi a Casuzze, per fare una passeggiata – scrive su Facebook – mi sono ricordato di avere terminato la scorta di compresse per l’ipertensione ed il diabete, essendo davanti alla nuova farmacia, aperta da poco tempo, ho pensato bene di entrarvi e nei locali mi ha ricevuto una bravissima farmacista, la quale alla mia richiesta di acquisto mi faceva notare che non poteva darmi i farmaci senza una prescrizione medica e, quindi, mi consigliava di andare a Santa Croce Camerina da un medico per la prescrizione, tanto da Casuzze a Santa Croce Camerina con l’autovettura si impiegano dieci minuti. Accettai il consiglio della farmacista, impiegai dieci minuti per venire a Santa Croce ma ne impiegai altrettanti per tornare a Casuzze, ma più che altro l’ho fatto per ringraziare la farmacista del suggerimento datomi e per non fare venire meno la mia gratitudine nei confronti dei dodici consiglieri comunali che hanno deliberato per la scelta di Casuzze come sito idoneo per l’apertura della terza farmacia nel territorio comunale.
Consiglio a tutti di fare l’esperienza suddetta, vi assicuro che è entusiasmante. Buon voto a tutti!”

Un Commento

  1. giorgio

    17 aprile 2017 a 10:21

    Evidentemente il sig. Mandara con le sue sortite non finisce di stupire, dopo la sua sortita per quanto riguarda la mediale di qui lui è credo non la pensano allo stesso modo la maggioranza dei santacrocesi , sta pagando per i lavori fognari è dell’acquedotto che sono stati eseguiti sulla fascia costiera. Adesso viene fuori con un altra sortita per qunto riguarda la farmacia , BENE HA FATTO LA FARMACISTA HA CHIEDERE LA PRESCRIZIONE ESSENDO DETTI MEDICINALI SOGGETTI HA PRESCRIZIONE.PER AVERE IMPIEGATO DIECI MINUTI PER RAGGIUNGERE SANTA CROCE MI SENBRA UNA COSA VERAMENTE RIDICOLA È PRETESTUOSA .LA VERITÀ CARO CONSIGLIERE È UNA SOLA CHE PER LEI TUTTI I VILLEGGIANTI DELLE BORGATE SIAMO È DOBBIAMO ESSERE IL BANCOMAT DEL COMUNE DI SANTA CROCE SENZA AVERE NULLA IN CAMBIO .(INVECE DI ANDARE AD EFFETTUARE LA PROVOCAZIONE IN FARMACIA SI FACCIA UN BEL GIRETTO SU TUTTE LE STRADE DI CASUZZE E CAUCANA COSÌ SI VERGOGNERA DELLO STATO IN QUI SONO RIDOTTE LE SUDDETTE ZONE SENZA MARCIAPIEDI SPORCIZIA GATTI A NON FINIRE VERDE PUBBLICO MANCO HA PARLARNE COME LA SCARSA ILLUMINAZIONE I VERI PROBLEMI SONO QUESTI, È NOI PER AVERE QUESTI SERVIZI PAGHIAMO )

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Punta Braccetto, vertice Barone-Piccitto: acqua potabile sul versante ragusano

Giovedì scorso si è tenuto un incontro a palazzo del cigno fra il sindaco di Santa Croce G…