Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Splendida performance dell’orchestra dell’Istituto comprensivo Psaumide di Camarina, che si è aggiudicata il primo premio al concorso internazionale “MusicAzioni”, andato in scena a Santa Maria del Cedro (Cosenza) dal 26 al 31 maggio. L’orchestra camarinense, diretta da Raul Eugenio Perna e composta da 38 elementi, si è esibita con tre brani: “Palladio”, “Sinfonia per un addio” e “Mission Impossible”, tutti arrangiati dal professor Perna. Al termine della serata dedicata alle scuole – hanno partecipato alunni da tutta Italia, presenti una trentina di istituti – quella della Psaumide è risultata la migliore orchestra (punteggio finale di 99/100) e ha chiuso sul gradino più alto del podio. “Siamo stati in lotta fino alla fine per il primo posto assoluto – ci spiega il professore Rabbito – ma l’orchestra che ha portato a casa il riconoscimento più ambito si è esibita con un parco strumenti di nove categorie diverse. Noi ne avevamo quattro più la batteria”. Le categorie di strumenti a disposizione dell’ Istituto Psaumide erano trombe (responsabile il professor Massimo Piccione), clarinetti (prof. Salvatore Cannella), violini (prof. Vincenzo Rabbito), pianoforte (prof. Raul Eugenio Perna).

Non sono mancate, inoltre, le soddisfazioni a livello personale:

  • Cascone Federica (pianoforte) – Primo premio assoluto
  • Arrabito Giuseppe (batteria) – Primo premio assoluto
  • Campo Sofia (Violino) – Primo premio
  • Ingallinera Vincenzo (Violino) – Primo premio
  • Terranova Martina (clarinetto) – Primo premio
  • Licata Salvatore (clarinetto) – Primo premio
  • Ingallinesi Cristina e Terranova Martina (duo clarinetti) – Primo premio
  • Girlando Manuela (clarinetto) – Secondo premio
  • Hassen Karem (tromba) – Primo premio
  • Gurrieri Enrico (tromba) – Secondo premio
  • Ingallinesi Emiliano (tromba) – Secondo premio
  • La Rosa Francesco (tromba) – Terzo premio

Si tratta di ragazzi che frequentano la seconda e la terza media, che hanno sviluppato un’enorme passione per la musica e, in questa occasione prestigiosa (la terza in serie dopo i concerti di Modica e Ispica), hanno dimostrato la loro grande bravura. Giuseppe Arrabito, dopo essersi aggiudicato il primo premio assoluto, ha vinto anche la borsa di studio durante la serata finale di gala. Ha superato, fra l’altro, un ostacolo non da poco: si è esibito con una batteria diversa dalla propria e ha eseguito “Il pirata dei Caraibi” con l’accompagnamento al pianoforte del professor Perna.

“Il nostro era un programma molto difficile per dei ragazzi di seconda e terza classe – ha aggiunto Rabbito, coordinatore dell’indirizzo musicale – ma ci hanno premiato. E’ un risultato che dedichiamo alla città, ai ragazzi e alle loro famiglie, ma soprattutto al piccolo Loris, che quest’anno avrebbe concluso il ciclo della scuola elementare e che invece ci è stato portato via in modo crudele. Al ritorno a Santa Croce i genitori ci hanno accolto con striscioni e cartelli. Alla spedizione calabrese ha partecipato pure la vice-preside Lina Di Martino, ma un ringraziamento doveroso va alla preside Campo, che in questi anni ha puntato fortemente sul valore educativo e sociale della musica. Dando credito al nostro corso, ha trasmesso nei docenti e negli studenti una sensibilità forte. Lo studio della musica ha reso i ragazzi educati, emancipati e con sani valori. Ringrazio anche il sindaco Franca Iurato, che prima della partenza ci ha donato un souvenir in ceramica da donare alla città di Santa Maria del Cedro e ci è stata vicina in questa esperienza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’orto botanico delle meraviglie: caffè, cotone e papaya a due passi da casa

Chi l’avrebbe mai detto o pensato che, a pochi passi dal centro abitato di Santa Croce, es…