Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Gianni Di Bari, candidato a sindaco di Santa Croce Camerina per la lista #ilpaesedel sole, ha scelto di chiudere la propria campagna elettorale, ieri sera, in piazza del Mercato Vecchio. Moltissime le persone presenti che hanno manifestato il proprio appoggio a un progetto che punta a rilanciare numerose delle peculiarità caratterizzanti la realtà territoriale. Di Bari ha voluto, però, intanto precisare: “Abbiamo scelto di presentarci a voi in questo meraviglioso anfiteatro: giochiamo così sul richiamo al passato, alla polis, all’agorà. E questa candidatura non ha fatto altro che rafforzare il mio senso civico verso la polis: non riesco ad esimermi dal fare politica”.

E a chi alle vicende personali, da parte degli avversari, avrebbe fatto ricorso, dandogli dello “zoppo”, Di Bari ha risposto sottolineando che “si può essere claudicanti. L’importante è che col cervello si è funzionali. L’aver affrontato e accettato le conseguenze del malore che mi colpì a quarant’anni, ha contribuito a rafforzare la mia capacità di reagire alle difficoltà, con realismo e determinazione. Io penso che un sindaco, nell’arco dei cinque anni debba affrontare varie avversità ed imprevisti, capaci di mettere a dura prova: io a questo sono preparato, anche per la mia storia personale”. Di Bari ha poi fatto accenno alle quattro linee direttrici del proprio programma: un ambiente pulito, un ambiente sicuro, un ambiente regolamentato e, infine, una macchina amministrativa efficiente. Quattro idee alla base della Santa Croce Camerina pensata da Di Bari e dalla sua squadra per il futuro, che ad ogni modo non rinuncia a porsi in linea di continuità col passato, come spesso riaffermato durante la campagna elettorale.

Oltre alle novità, infatti, Di Bari non vuole lasciare nel dimenticatoio alcune iniziative del passato, come l’approvazione della revisione del Prg: non si può costruire benessere se non si fornisce al territorio un assetto maggiormente organizzato. Solo con l’approvazione della revisione del Piano Regolatore si potrà parlare con cognizione di causa di tutto il resto. E su questo argomento, Di Bari sferra un attacco: “L’opposizione, nel mandato che si sta per concludere, ha fatto in modo che la revisione non venisse approvata: vediamolo solo come una posticipazione. Il territorio ha bisogno di un’urbanistica efficiente: noi faremo in modo di fare approvare la revisione del Prg e senza spendere un centesimo. Perché è già stata preparata da professionisti: pronta per essere approvata”. Poi è stata illustrata un’altra delle proposte di maggior rilievo, quella che prevede un “ampliamento della pianta organica con l’istituzione dei concorsi per vigili urbani: sarà nella nostra facoltà e lo faremo. Non stiamo promettendo posti di lavoro, come qualcuno fa durante la campagna elettorale: non promettiamo ciò che non possiamo dare. Stiamo lavorando per potenziare la macchina amministrativa. E lo faremo anche attraverso i concorsi, che attiveremo subito, per operai, autisti e assistenti sociali”. Alla fine, Di Bari ha detto, rivolgendosi ai presenti: “Vi chiedo di crederci davvero e di coinvolgere i vostri parenti, le persone a voi vicine. In questi due giorni che rimangono invitate a leggere il nostro programma e raccontate quanto abbiamo detto. Cerchiamo di riempire il nostro paese di iniziative e progetti reali, con impegno e con coraggio, io e voi”.

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

A P.Secca arriva l’estate: tornano ZTL e isola pedonale. Ma c’è una novità

E’ entrato in vigore stamattina, in seguito a un’apposita ordinanza sindacale, il nuovo pi…