Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Si chiama “5 pani e 2 pesci”: è il libro di Guglielmo Lupo, un impiegato con la passione per la cucina e la buona tavola. Ha vissuto per tanti anni a Santa Croce Camerina. Dopo aver conseguito il diploma di cuoco presso l’istituto Alberghiero di Giarre, prestò servizio presso ristoranti e villaggi turistici. Dal 2000 fa parte del movimento delle cellule di evangelizzazione presso la comunità “Eccomi, manda me”. Durante una brutta malattia ha riscoperto l’amore per il cibo. “Che ci azzecca il carisma dell’evangelizzazione con quello culinario? Può sembrare all’inizio una strana idea – spiega Guglielmo nella sua prefazione -. Ma possono camminare insieme. Ho constatato nella mia vita che un ottimo pranzo introdotto in un clima di accoglienza e condivisione fraterna, preparato nella preghiera e condito con tanta umiltà, crea una comunione intensa che predispone ad aprire i cuori a Dio padre”.

La vita dell’autore non è stata affatto una passeggiata. Ma è durante la fase di recupero dalla malattia che Guglielmo ha ripreso in mano l’amore per la cucina, accompagnato da una fede in Dio sempre più forte: “Il mio medico, prof. C.Bruno, fece arrivare dall’Inghilterra la cura definitiva che avrebbe annientato il virus della malattia (…) Il mio stato d’animo era ambivalente: da un lato ero felice per il percorso di remissione della malattia, dall’altro temevo di perdere quel rapporto profondo con il Signore Gesù che la stessa malattia regalava (…) La cura portava con sé alcuni effetti collaterali, fra cui insonnia e tanta fame: rinasceva in me il desiderio di sapori buoni che nulla avevano a che fare con patate lesse o brodaglie varie”. E’ il momento che sancisce il riavvicinamento di Guglielmo alla cucina: “Con Giovanni, uno splendido pescatore che incontrai a Punta Secca e iniziai a frequentare per delle uscite in barca, pescai del pesce buonissimo. Cominciai a cucinarlo e regalarlo alle persone bisognose. Ricetta dopo ricetta, la gioia cresceva. Il pesce e gli altri prodotti continuavano ad arrivare: allora scrivevo ricette, realizzavo e creavo”.

“Mi svegliavo alle 4 del mattino. Prima la preghiera: parlavo con Gesù e dopo mi impegnavo, dando tutto me stesso, per cucinare, usando i cibi di stagione”. I piatti di Guglielmo – un paio di ricette sono state offerte anche da Fabio Alabiso, proprietario del Rosengarten – finiscono dritti in questo libro edito da Sion, la casa editrice fondata da padre Salvatore Tumino a scopo religioso. Perché anche questa, con tutti gli aspetti culinari che ci sono dentro, vuole essere testimonianza concreta della gioia e della bellezza della vita in Cristo. E’ un viaggio in cucina, un racconto di fede, la riscoperta di un’esistenza.

IL LIBRO: 5 pani e 2 pesci (casa editrice Sion): pagine 168, costo 16 euro. Tutti i proventi andranno in parte beneficenza e in parte in opere di evangelizzazione. Casa editrice Sion: Via dei Vespri Siciliani, 1 – Ragusa. Tel: 0932/258464 – 328/8956672. www.editricecattolicasion.it

Rivendite autorizzate: Negozio art. religiosi TABOR, via Plebiscito 11 – Ragusa; JONATHAN, corso Italia 343 – Ragusa. LIBRERIA FLACCAVENTO, via Mario Rapisardi 99 (angolo corso italia) – Ragusa.

Il libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

P.Secca, ultima serata con Libri d’aMare: tocca al giornalista Gaetano Savatteri

Libri d’aMare 2017 è arrivata alla serata finale. Quarta e ultima presentazione, sabato 19…