Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

“I cittadini hanno capito, solo l’opposizione non l’ha ancora fatto: l’aumento delle tariffe idriche non dipende da noi, ma da un’authority nazionale. Quella del Consiglio comunale è solo una presa d’atto”. Comincia così il duro sfogo (“Ma non sono arrabbiato” tiene a precisare) del sindaco Giovanni Barone, che torna a discutere dell’argomento Mediale dopo il cartello apparso sabato in piazza Vittorio Emanuele, in cui si critica l’operato del consigliere e vice-sindaco Giovanni Giavatto, reo di aver votato “sì” all’aumento delle tariffe idriche e “no” all’istituzione di uno sportello comunale che faccia da tramite fra la ditta che gestisce il servizio idrico e i cittadini. Anche su questo punto Barone è incisivo: “L’ho ripetuto dieci volte in diretta streaming durante il Consiglio comunale: lo sportello esiste già. Ci sono fior di professionisti che interagiscono con i cittadini nelle problematiche con la Mediale. Noi non vogliamo fare la guerra a nessuno, né in campagna elettorale abbiamo promesso di farlo. Quella dell’opposizione è una polemica senza né testa né piedi. Quando scadrà il contratto con la Mediale l’acqua sarà gestita da noi santacrocesi”. GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

Un Commento

  1. franco

    4 settembre 2017 a 17:16

    Mi pare che più chiaro di così si muore….
    Da ogni arola traspar l’amore che il nostro sindaco ha per il nostro paese.
    Complimentoni Sindaco Barone!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

L’annuncio del sindaco: “Sabato 30 settembre la Notte Bianca a S.Croce”

Santa Croce Camerina si appresta a vivere la prima Notte Bianca della sua storia: sabato d…