Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Inizio col botto per il MdiRg che esordirà sabato pomeriggio alle 15.30 a Santa Croce Camerina con i locali. Calendari bizzarro che mette di fronte due squadre distanti solo pochi chilometri. “Giochiamo contro una squadra forte, che lo scorso anno ha chiuso 4^ in classifica con 60 punti.” Sono le parole di Mister Utro a poche ore dal fischio d’inizio del primo derby di Promozione 2017/2018. “Hanno un’ottima intelaiatura – continua Utro – costruita sulle basi della rosa dello scorso anno, aggiungendo giocatori forti e di spessori e di categoria diversa. Incontriamo di certo una squadra favorita alla vittoria finale del campionato. Sappiamo di essere una squadra che può dare ‘fastidio’. Siamo una squadra che deve crescere e lavorare intensamente, perché abbiamo cambiato il 95% dei giocatori. Siamo consapevoli di avere una squadra competitiva, ma i nostri avversari di sabato pomeriggio rappresentano davvero la squadra da battere. La squadra di Lucenti – prosegue Utro – avrà già degli obiettivi da raggiungere cominciando dal miglioramento della classifica dello scorso anno. Questo significa che lotteranno per il campionato. Noi da nostro canto, faremo il campionato pensando ai soli avversari di turno. Il tempo, i punti, il sudore, ci diranno a quale dimensione appartiene il mio MdiRg. Concludo dicendo che andiamo a Santa Croce, consapevoli di affrontare una favoritissima del campionato e avremo grande rispetto per loro e soprattutto sapendo che in campo troveremo gente motivata e capace di giocare a calcio.”

Per venerdì è prevista una preparazione di scarico atletico per arrivare a sabato pomeriggio in una condizione ottimale. Solo venerdì sera, Mister Utro avrà consapevolezza dei calciatori disponibili da convocare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa – L’Asp 7 assume 46 infermieri. Sbloccati i concorsi per 7 nuovi primari

Il Commissario dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, dr. Salvatore Lucio Ficarra, lo aveva già…