Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Nel segno di Ciccio Leone – otto gol in quattro gare ufficiali – il Santa Croce batte la resistenza del Marina di Ragusa e mette in tasca un pezzetto di qualificazione al terzo turno di Coppa Italia. Il computo stagionale, in attesa della gara di ritorno, parla di una vittoria e un pari contro una delle squadre più attrezzate del torneo di Promozione. Ma il bilancio, seppur positivo, merita un attento approfondimento. Nel primo tempo, infatti, la squadra di Lucenti fa una fatica boia in costruzione, anche a causa del vento: Cavone non deve sventare alcun pericolo, ma quello che impressiona maggiormente è la difficoltà dei due centrali di centrocampo ad avviare il gioco. Gurrieri, e soprattutto Fiore, non sono quasi mai nel vivo dell’azione e rischiano di venire strangolati dalla personalità di Pellegrino e Iozzia (non particolarmente in giornata, fra l’altro). Il Marina amministra senza strafare e, sfruttando l’accelerazione fulminea di Alieu al 17’, si porta in vantaggio. Prima e dopo il gol due ottime occasioni per Nicola e Daniele Arena, neutralizzate da Campo. E una sola chance per i padroni di casa: il tiro di Di Rosa è intercettato prima della linea di porta da Carnemolla.

Nella ripresa Leone si scatena. L’attaccante vittoriese, che al momento viaggia alla media di due gol a partita, demolisce gli ospiti nel giro di pochi minuti: al 7’ sfrutta un errore in impostazione di Daniele Arena, si accentra verso la porta e lascia partire un sinistro precisissimo che scardina Cavone sul primo palo. All’11’ il clamoroso raddoppio: Leone, stavolta, si avventa sul pallone all’altezza del vertice sinistro dell’area di rigore e lascia partire un bolide di prima intenzione che s’insacca sotto la traversa. E’ un gol pazzesco, che lascia di stucco Cavone e fa impazzire il “Kennedy”. Il Santa Croce in un amen ribalta le sorti del match e trascina l’inerzia dalla propria parte. Il Marina, che dimostra di avere ottime individualità ma è una squadra ancora in costruzione, potrebbe anche pareggiare in almeno tre occasioni con Pellegrino, Nicola Arena e Parisi (proprio allo scadere), ma il Santa Croce è bravo ad anestetizzare la partita, fare quadrato e soffrire con ordine. La qualificazione è ancora da giocare, ma la vittoria permette a Lucenti di respirare e mandare in archivio la brutta prestazione di domenica scorsa con lo Sporting Augusta. Tutto (o quasi) grazie a Ciccio Leone.

IL TABELLINO
Santa Croce-Marina di Ragusa 2-1
Marcatori: 17’ Alieu (M), 7’ e 11’ st Leone (S)
Santa Croce: Campo, Jatta, Marino, Gurrieri (1’ st Giarrizzo), Alma, Famà, Di Rosa (38’ st Hydara), Fiore, Ravalli, Scudera (28’ st Sammartino), Leone (47’ st Lentini). A disposizione: Licitra, Silva, Burrafato. Allenatore: Lucenti
Marina di Ragusa: Cavone, Carnemolla, Sella, Iozzia, Pianese, La Rosa (26’ st Bologna), D’Agosta, Pellegrino, N. Arena, D.Arena (22’ st Morrison), Alieu (31’ st Parisi). A disposizione: Barbera, Giardina, Giudice, Lo Magno. Allenatore: Utro
Arbitro: Armenia di Ragusa
Note. Ammoniti: Di Rosa, Ravalli, Giarrizzo, Sammartino, Carnemolla, Pianese. Espulso: 48’ st N.Arena per proteste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio a 5, C1: che spettacolo questi giovani, il Kamarina vince ancora (7-4)

Terza vittoria di fila in campionato per il CS Kamarina, che suda oltremodo ma batte nel f…