Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Sabato 30 settembre, presso l’Istituto Comprensivo San Biagio di Vittoria, si è svolta la conferenza ” La solitudine dei numeri 1 e 2 ” tenuta dal pedagogista Giuseppe Raffa. Un incontro molto partecipato con docenti, amministratori e componenti di associazioni locali in cui è stata presentata una brochure sul ruolo dei “nuovi genitori” in una società in cui i giovani sono sempre più tecnologici ed esposti ad insidie particolarmente gravi che ne possono minare il corretto e sereno sviluppo. In tutto questo rientra il fondamentale ruolo delle famiglie che hanno bisogno di ritrovare una loro vera dimensione genitoriale per aiutare i figli a destreggiarsi nella nuova realtà senza subire eccessivi contraccolpi. La brochure in questione, giorno 27 novembre, verrà presentata al Ministro della Pubblica Istruzione, Valeria Fedeli, ampliando il raggio d’azione di un progetto che il Dott. Giuseppe Raffa promuove oramani da tempo in molte scuole della provincia ed oltre.

Un progetto che nasce anche grazie all’apporto del Prof. Luca Bernardo, direttore del centro sui disagi adolescenziali del Fatebenefratelli di Milano, che ha permesso l’apertura di un ambulatorio anti bullismo presso l’ASP di Vittoria, di cui il Dott. Raffa è stato promotore e ne è responsabile. A fare gli onori di casa, la Preside Vaccarello che ha evidenziato quanto tali iniziative abbiano importanti ricadute positive sul territorio. A seguire, l’intervento della professoressa Minardi che ha ribadito come la crisi nella relazione educativa sia un problema importante su cui riflettere e pertanto la collaborazione virtuosa tra scuola e famiglia è fondamentale. L’iniziativa è stata supportata da alcuni Club Service, il Kiwanis di Vittoria, il Kiwanis Kasmeneo ed il Kiwanis di Gela, i cui presidenti sono intervenuti manifestando la loro vicinanza a tutto ciò che riguarda i giovani e le famiglie. L’evento ha avuto il patrocinio dei Comuni di Acate, Comiso e Santa Croce Camerina.

Per Acate, prima città anti bullismo, è intervenuto il dott. Salvatore Stornello, psicologo e delegato alla cultura, e per Santa Croce Camerina è intervenuta la dott.ssa Giulia Santodonato, assessore all’istruzione, che hanno sottolineato la piena partecipazione dei comuni da loro rappresentati a tutte le iniziative di cui tale progetto si fa portatore. Il dott. Raffa ha spiegato la valenza della brochure presentata, i cui contenuti, partendo dal ruolo della famiglia che è molto diverso da quello delle famiglie del passato, tocca vari punti salienti e abbraccia le dinamiche educative che devono essere modificate in virtù di questa nuova società. Quindi educare i genitori a tale ruolo, ma farlo attraverso una rete di aiuti che vanno dalle scuole, alle associazioni del territorio, fino a ricomprendere le amministrazioni locali, il tutto volto a salvaguardare bambini e ragazzi, uomini e donne del futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Centro “Terza Primavera”, rinnovato il comitato di gestione: due nuovi ingressi

Rinnovate le cariche del comitato di gestione del Centro Diurno di Santa Croce Camerina. I…