Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Con una delibera di giunta adottata martedì pomeriggio, il comune di Santa Croce Camerina ha ufficialmente richiesto alla Regione Sicilia lo stato di calamità naturale in seguito all’alluvione che il 5 ottobre scorso ha colpito il territorio santacrocese. Il provvedimento, come si legge nel testo della delibera, “è volto a sollecitare le autorità competenti ad esperire tutte le procedure necessarie per ristorare le aziende agricole (danni stimati per qualche milione di euro, ndr), le attività imprenditoriali, privati cittadini e l’ente comune dei benefici e contributi previsti in materia”. La richiesta è stata trasmessa al presidente della Regione Sicilia, al dipartimento regionale di Protezione Civile, all’assessorato Risorse agricole e alimentari e al prefetto di Ragusa, oltre che per conoscenza al presidente del Consiglio Gentiloni e al ministro degli Affari Interni Minniti. La delibera ha ottenuto anche l’immediata esecutività. L’alluvione del 5 ottobre, oltre ad arrecare danni ingenti alle produzioni agricoli già impiantate, ha divelto il manto stradale di numerose arterie e danneggiato, allagandole, parecchie abitazioni private. GUARDA IL VIDEO DEL SINDACO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Il comune di S.Croce contro la violenza sulle donne: il programma di sabato

L’amministrazione Comunale di Santa Croce Camerina, con un programma di iniziative, …