Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Una legge della fisica dice che due forze uguali si respingono. Il primo tempo di Santa Croce-Misterbianco ha confermato questa legge. Due compagini con buona tecnica, ben messe in campo dai due tecnici. Gli ospiti, con lunghi palloni a scavalcare il centrocampo imbastito da mister Lucenti, hanno per lunghi tratti della contesa messo in difficoltà i santacrocesi; i locali, sospinti da un pubblico eccezionalmente caloroso, hanno però avuto le occasioni migliori per sbloccare la gara. I biancazzurri (oggi in maglia rossa) passano in vantaggio al 27’: un’azione insistita crea il caos nell’area piccola, Fiore trova il varco giusto fra una selva di gambe e mette nel sacco. I misterbianchesi accusano il colpo. Ci si avvia stancamente al riposo, quando l’ineffabile direttore di gara, il sig. Campisi di Siracusa, si inventa un calcio di rigore per gli ospiti, a causa di un presunto braccio di capitan Alma sulla linea di porta. Ma quel che è peggio è la conseguente espulsione del giocatore, fino a quel momento uno dei migliori. Gli spalti sono una bolgia, è il 48’: sul dischetto si porta Luca, che non sbaglia.  Alla fine del primo tempo è 1-1.

La seconda frazione di gioco si prospetta da tregenda. Invece, quello che nessuno si aspettava – ma in fondo tutti speravano – succede: in campo entrano solo dieci leoni che incominciano a macinare gioco come mai avevano fatto nel primo tempo. La differenza numerica decuplica gli sforzi dei rossi, che sembrano delle furie; gli uomini di Di Maria, forse presi alla sprovvista dalla reazione furiosa dei locali, non riescono a capirci niente, non riescono a tirare in porta. Anzi, i locali passano in vantaggio al 16’ con Gurrieri, che salta fino in cielo per incornare un bel pallone servitogli con una pennellata da Ravalli: è l’apoteosi. Un calcio di punizione ben parato da Campo, intorno al 34’, è, per la cronaca, il topolino tirato fuori dagli ospiti in tutto il secondo tempo e in superiorità numerica. Il Santa Croce vince e convince, con il cuore, con la testa e con il sacrificio; una squadra da applausi, che arrivano copiosi alla fine di una gara incredibile per come si era messa. Adesso i punti sono 14: viene staccato proprio il Misterbianco (appaiato prima di questa gara in classifica) e si attende lo svolgimento delle altre gare per sapere se questa vittoria vale il secondo posto in solitaria.

IL TABELLINO
Santa Croce-Misterbianco 2-1
Marcatori: 27’ Fiore (S), 48’ rig. Luca (M); 17’ st Gurrieri (S)
Santa Croce: Campo, Jatta, Marino (41’ st Burrafato), Gurrieri (38’ st Hydara), Alma, Famà, Di Rosa, Fiore, Ravalli, Sammartino (26’ st Scudera), Leone (38’ st Giarrizzo). A disposizione: Licitra, Silva, Licata. Allenatore: Lucenti
Misterbianco: Spina, Baudo, Oliveri, Basile, Giacone, Fascetto, Palazzolo, Maesano (30’ st Scuderi M.), Bonaccorsi, Luca, Romano (26’ st Micalizzi). A disposizione: Falletta D., Falletta A., Bozzanga, Pacini, Scuderi D.. Allenatore: Di Maria.
Arbitro: Campisi di Siracusa
Note. Ammoniti: Di Rosa, Sammartino, Scudera, Oliveri, Palazzolo, Maesano. Espulsi: Alma e Pacini (dalla panchina)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Il comune di S.Croce contro la violenza sulle donne: il programma di sabato

L’amministrazione Comunale di Santa Croce Camerina, con un programma di iniziative, …