Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La politica del Movimento 5 Stelle nella città di Ragusa non sembra aver soddisfatto a pieno la consigliera comunale Manuela Nicita. La quale, affidandosi a una diretta Facebook, ha esternato senza troppi giri di parole il suo giudizio sul documento unico di programmazione che l’Amministrazione Piccitto ha portato un paio di sere fa in Consiglio comunale. La Nicita ha esibito un foglio di carta in formato A4 recante l’immagine di un… fallo! “E’ questa la programmazione del M5S a Ragusa – ha spiegato – E’ stato così ogni anno. Ho tutti i fogli conservati”.

L’ira della Nicita parte da lontano. Eletta nel 2013 proprio con il Movimento 5 Stelle, la consigliera andò in rotta di collisione coi grillini sui gettoni di presenza che il gruppo, all’epoca, decise di decurtarsi. Da lì il passaggio a Lab 2.0, un gruppo d’opposizione. Da poco si è dichiarata indipendente. In questo percorso politico a palazzo dell’Aquila non sono mancate le dimostrazioni folcloristiche: poco tempo fa la Nicita si presentò in aula con un mazzo di erbacce per denunciare un mancato decespugliamento. Qualche mese prima, in diretta tv, partì invece il gesto dell’ombrello.

Nulla a che vedere con l’immagine del Ifallo mostrata agli amici (e ai detrattori) di Facebook. Giovedì sera la consigliera è tornata a casa adirata per le continue interruzioni subite dal suo discorso in Consiglio: “Mi si impedisce di dire la verità sul Movimento 5 Stelle – ha tuonato l’ex grillina – Sono l’unica ad essere interrotta perché dico cose che gli altri non dicono. Possono buttarmi addosso tutto il fango che vogliono, ma io non arretro di un passo. Sono una persona pulita e non ho mai amministrato al comune di Ragusa. Le stesse persone che hanno amministrato, invece, si presentano alla Regione con dei programmi che qui non hanno mai ultimato”. Il riferimento, esplicito, è all’ex assessore alla Cultura Stefania Campo, in lista con il M5S a Ragusa, e all’ex assessore ai Lavori pubblici, Salvo Corallo, designato da Cancelleri alle Infrastrutture.

“Ragusa – aveva detto la Nicita in Consiglio – è il centro nevralgico dello scandalo del Movimento 5 Stelle”. Da lì le urla dei colleghi e le polemiche infinite. Proseguite a casa, di fronte a una webcam e con in mano un foglio abbastanza volgare. “Tutta Italia deve sapere cosa è un’amministrazione a 5 Stelle!!! La scatoletta decantata sui palchi non esiste!!! Amministrare una città è difficile, servono persone capaci e competenti, tutti siamo fallibili in quanto esseri umani… ma l’arroganza del superbo è l’unica cosa che non serve” ha spiegato ancora la Nicita.

GUARDA IL VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa, giovane arrestato per furto di energia elettrica. Controlli a Santa Croce

I Carabinieri della Compagnia di Ragusa hanno eseguito nella giornata di ieri diverse perq…