Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La primavera televisiva targata Rai avrà ancora una volta il nostro territorio come protagonista. Tra febbraio e marzo, infatti, andranno in onda su Rai 1 i nuovi due episodi del commissario Montalbano – “Amore” e “La giostra degli scambi” – che sono stati girati fra Ragusa, Scicli e Punta Secca la scorsa primavera. Zingaretti, per l’occasione, ha fatto una capatina (la seconda) ad Agrigento, casa di Luigi Pirandello. Ma se all’attore romano siamo ormai abituati, il suo “successore” incalza. Anche Michele Riondino, già visto nei panni del giovane Montalbano e del commissario Maltese, tornerà in tv con “I racconti di Vigata”, una serie tratta dai romanzi di Andrea Camilleri, prodotta da Palomar e ambientata per buona parte nel sud-est siciliano. Si tratta di storie «con soggetti forti, come passione, vendetta, corruzione», ha spiegato Nicola Serra di Palomar, ambientate in una Sicilia tra 19° e 20° secolo. Ne fa parte “La mossa del cavallo”, il film che è stato girato nelle scorse settimane nel Ragusano: da Modica a Chiaramonte, passando per le sempreverdi Scicli e Ibla. Tutto in abiti ottocenteschi, la regia è di Gianluca Tavarelli. Le serie televisive della nuova stagione, in arrivo o in lavorazione, sono state presentate ai buyers internazionali, in Italian Tv Upfronts, sezione del Mercato internazionale dell’audiovisivo in corso a Roma. (nella foto Michele Riondino sul set di Santa Maria delle Scale, a Ragusa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Ragusa Ibla, al Donnafugata una mostra sulle amanti di Rossini, Bellini e Verdi

Tre grandi teatri italiani “racchiusi” all’interno di uno dei teatri più piccoli al mondo …