Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Un pareggio che sa tanto di vittoria: il CS Kamarina, dopo una gara trascorsa all’inseguimento, aggancia nel finale lo Sporting Catania sul punteggio di 5-5. La squadra di Marino evita così il secondo ko consecutivo (dopo quello di sabato ad Acireale) che avrebbe scatenato le prime avvisaglie di crisi. Invece no, tutt’altro. La squadra di casa, dopo un primo tempo all’assalto ma chiuso in svantaggio di un gol, gioca una ripresa di grande carisma e mostra di avere sette vite. Gulino dal dischetto impatta il gol iniziale di Milio, ma pochi istanti dopo Pellegrino firma il nuovo sorpasso ospite. La porta di Pacini sembra stregata, ma Alessandrà la scardina di potenza con la rete del 2-2. Il capitano biancazzurro colpisce un palo, e sul capovolgimento di fronte lo Sporting si porta in vantaggio per la terza volta: stavolta il gol è opera di Di Prima (con deviazione fortunosa). Ancora Alessandrà impatta sul 3-3, ma i colpi di scena sono all’ordine del giorno: la difesa del Kamarina si addormenta un paio di volte e gli ospiti allungano con Siracusa e Pellegrino. Quando tutto lascia pensare a una sconfitta, Marino si affida al portiere attaccante e alle prodezze di Cavallaro e Giudice, che fanno esplodere il Pala Santa Rosalia a un passo dal traguardo. Finisce 5-5. Ma è un punto che vale molto di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, 2ª Categoria: Occhipinti e Vespertino, l’Atletico vince senza strafare

L’Atletico è brillante solo a tratti, ma basta un gol per tempo per aver ragione della Leo…