Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Piccoli studenti oggi sono diventati cittadini attivi. Così i rappresentanti dell’Avis di Santa Croce Camerina assieme alle maestre Rizzo, Magro e Zisa, hanno donato un tricolore alla scuola per ricordare i valori della nostra nazione. “Abbiamo dato nelle mani degli alunni la bandiera italiana – dice il presidente dell’Avis Guglielmo Pagano – simbolo della nostra identità”. Il tricolore appare per la prima volta il 14 novembre del 1794 come coccarda sugli abiti dei patrioti della sommossa di Bologna, diventando via via il traguardo di un popolo che mirava ad avere giustizia, uguaglianza e fratellanza. Tre obiettivi senza i quali non ci può essere dignità, democrazia e prosperità. La nostra bandiera riassume i naturali Diritti dell’Uomo con la volontà di chi crede che nella propria nazione volta al progresso non ci siano discriminazioni. I piccoli alunni, intonando il “canto degli italiani” conosciuto come l’inno nazionale scritto da Goffredo Mameli, musicato da Michele Novaro nel 1847 per la Repubblica Italiana, hanno dimostrato di conoscere quella storia che oggi è garante di un popolo libero. Storia che oggi, grazie alla legge 22 del 23 novembre 2012, viene insegnata nelle scuole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Falegnameria Micieli dona una porta all’Avis: “Gesto di grande cordialità”

“Continuano le donazioni per la celebrazione dei sessant’anni della nostra attività. Io e …