Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La sfida fra Vigor e Chiaramonte, oltre a consacrare lo sforzo dei ragazzi di casa, autori di una splendida vittoria, verrà ricordata per i due blackout all’impianto di illuminazione, che hanno costretto le squadre in campo a lunghe interruzioni. Nel terzo e nel quarto periodo, infatti, un abbassamento di tensione ha fatto “saltare” le luci della palestra Santa Rosalia, rimasta totalmente al buio. La gara è stata sospesa per diversi minuti. La partita, complice anche il supplementare, è terminata intorno alle 20.30. Anche una settimana prima, durante il match con la Pegaso, un faretto della struttura si era oscurato per qualche minuto, riducendo la visibilità e costringendo l’arbitro a prendere tempo. L’impianto è obsoleto, ma il problema dovrebbe essere risolto nelle prossime ore. Il consigliere delegato allo Sport, Riccardo Cognata, è ottimista: “Ho avuto conferma dalla ditta incaricata che domani (martedì, ndr) arriveranno i fari e al massimo mercoledì saranno sostituiti”. Almeno Vigor, CS Kamarina e Libertas eviteranno di giocare nella penombra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Calcio, 2ª Categoria: con il Chiaramonte finisce in rissa, l’Atletico si scusa

Finisce senza vincitori né vinti l’attesissimo match fra Atletico Santa Croce e Chia…