Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

La Vigor illude per due quarti, poi cede con l’onore delle armi alla Domenico Savio. Per il quintetto di coach Di Stefano arriva la seconda sconfitta stagionale, che interrompe l’ottimo momento di forma (due vittorie casalinghe nelle ultime due partite). Il rientro di Paolo Di Stefano, autore di 19 punti complessivi, fa bene ai biancazzurri che giocano due quarti fuori dall’ordinario. Occhipinti è perfetto da oltre l’arco e la Vigor chiude avanti al 10’: 16-21. I padroni di casa lentamente rosicchiano qualche punto e nella seconda frazione mettono la testa avanti. Tuttavia la Vigor resta in linea di galleggiamento: 41-34 all’intervallo lungo. Al rientro in campo, però, la zona di Ragusa manda in crisi l’attacco santacrocese: Susino è poco rifornito nel pitturato e dai compagni la reazione non arriva. La Savio prende in mano la partita e chiude con uno scarto notevole (96-58), anche se un po’ bugiardo per l’andamento della sfida. Per coach Di Stefano è necessario migliorare i meccanismi sui due lati del campo: “Abbiamo bisogno di tempo affinché questi ragazzi, che sono stati catapultati da protagonisti nella serie maggiore, possano esprimersi al meglio e con più continuità – ha spiegato al termine l’allenatore -. Ma il lavoro in palestra, la voglia di far bene ed il tempo ci aiuteranno. Siamo giovanissimi per cui di fronte alla maggiore esperienza degli avversari spesso commettiamo delle ingenuità che ci penalizzano”. La Vigor torna in campo domenica prossima al palazzetto Santa Rosalia contro la Polisportiva Salusport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Real Boys, sfilano al Kennedy i baby-calciatori di 6 e 7 anni: lo sport è festa

Nel giorno della festa dell’Immacolata, allo stadio comunale di Santa Croce la Madonna è s…