Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

Cara Santa Croce Web,
Mi chiamo Asia Giudice e frequento la 5°C. Sabato pomeriggio insieme a mia nonna e mia mamma, sono andata in biblioteca ad ascoltare una conferenza riguardo alla violenza sulle donne. Ho scoperto che ogni 25 novembre è la giornata contro la violenza sulle donne. Entrando in biblioteca mi hanno colpito delle scarpe rosse che ricordano le donne ferite o uccise per mano di alcuni uomini. Mi ha colpito molto scoprire che ci sono diversi tipi di violenza, anche quelli che non si vedono come quelle psicologiche. Mi hanno colpito le foto che rappresentano il dolore delle donne. Le modelle e le fotografe sono soci dell’associazione ARCANA che ha organizzato la manifestazione. Ho ascoltato le parole della psicologa Marianna Cuciti e della consigliera comunale Antonella Galuppi e sono d’accordo con loro: queste giornate non dovrebbero esserci! Non dovrebbero esserci donne violentate, uccise e picchiate soprattutto da persone a loro care. Ho capito che non avrò mai un fidanzato che dice di amarmi ma mi picchia o mi maltratta. Questo non è amore e bisogna essere consapevoli da subito. Scrivo a voi perché insieme alla mia classe partecipo al progetto “Pubblichiamo la scuola” e voglio che di questo brutto argomento se ne parli per capirlo. Mi è dispiaciuto vedere che non c’erano bambini o ragazzini in biblioteca, penso sarebbe stato importante perché i problemi si sconfiggono conoscendo. NO ALLA VIOLENZA DI OGNI GENERE SULLE DONNE.

Asia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Estetica o rispetto per l’ambiente: cosa vince a Natale?

Si sta avvicinando il Natale e in un piccolo paese della Sicilia, di nome Santa Croce Came…