Elettronica, Elettrodomestici, PC, Telefonia, Smartphone | Video Più Shop

E’ stato approvato ieri sera, nel corso del Consiglio comunale, il regolamento per l’istituzione ed il funzionamento della consulte territoriali e tematiche. Il punto, “rinviato” nella seduta del 15 novembre, è stato in parte modificato con degli emendamenti. Fra i più importanti la possibilità di richiedere l’istituzione di nuove consulte territoriali – oltre alle sei già predisposte dal regolamento (Punta Secca, Casuzze, Caucana, Torre di Mezzo, Punta Braccetto e Contrada Marchesa) – attraverso la raccolta di 100 firme e l’introduzione di una consulta per la vigilanza e il monitoraggio del fenomeno della mafia, del racket e dell’usura. Le consulte territoriali e tematiche, nella loro iniziale concezione, intendono allargare il concetto di democrazia partecipata, spostando l’attenzione sulle borgate e su alcune tematiche (come agricoltura, turismo e sport) ritenute dirimenti per il buon governo della città. La proposta è stata approvata con 11 voti favorevoli (assente Giavatto). In seguito è stata approvata una variazione di Bilancio che prevede l’impinguamento di alcuni capitoli di spesa come la manutenzione straordinaria degli edifici comunali (per 33mila euro) e la manutenzione straordinaria delle strade (10mila), su cui l’opposizione – che aveva anche presentato un emendamento, poi ritirato “perché la maggioranza ha detto che non l’avrebbe votato favorevolmente” ha spiegato il capogruppo Agnello su Fb – chiedeva di destinare somme maggiori. Infine, all’unanimità, è stata votata la presa d’atto relativa alla richiesta di una concessione demaniale marittima stagionale per la realizzazione di un’area di svago in territorio di Casuzze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guarda anche

Appalti più facili, Santa Croce ha la sua C.U.C.: sancito l’ingresso in Trinakria Sud

Ricordate la C.U.C.? Lo strano acronimo sta per Centrale Unica di Committenza, uno strumen…